Sabato 18 Novembre 2017 - 20:15

Serie A, Roma vince il derby e si siede al tavolo delle pretendenti allo scudetto

A segno Perotti e Nainggolan, non basta Immobile. E la squadra di Di Francesco si siede al tavolo delle pretendenti allo scudetto

Roma - Lazio

La Roma si prende la stracittadina ed un posto al tavolo delle pretendenti allo scudetto. Una vittoria meritata quella della squadra di Di Francesco ma tanta, troppa, paura nei venti minuti finali dopo aver permesso alla Lazio di rientrare in partita con un rigore sciagurato nel momento in cui i giallorossi avevano il totale controllo del match. Se la Roma vola la Lazio comunque non crolla. I biancocelesti escono dal campo a testa alta confermando una solidità che non preclude nessun traguardo.

Entrambe le squadre si presentano con i titolarissimi. Di Francesco recupera Nainggolan a centrocampo mentre Inzaghi può contare su Immobile nel ruolo di centravanti. Chi si aspetta una partenza sprint però rimane deluso. Troppo alta la posta in palio anche per due squadre che fanno del proporre gioco offensivo il loro mantra. La Roma, comunque, ci riesce più della Lazio. Il merito è di un Perotti ispirato e soprattutto di Dzeko. Le uniche tre occasioni degne di nota della prima frazione capitano infatti tutte all'ariete bosniaco. La prima al 16' di testa, blocca Strakosha. La seconda, sempre di testa, su cross perfetto di Perotti al 20' fa gridare al gol il pubblico di fede giallorossa ma la palla esce di un soffio.
L'ultima, la più nitida, arriva al 34' quando il numero nove romanista si inventa una girata volante su angolo battuto da Kolarov. Questa volta è un super Strakosha a dirgli di no. Poco da segnalare, invece, in casa biancoceleste. La squadra di Inzaghi gioca una prima frazione ordinata mantenendo sempre la giusta distanza fra i reparti ma, ad eccezione di una conclusione centrale di Parolo al 24' al termine dell'unica azione manovrata proposta in tutto il primo tempo, fatica a rendersi pericolosa dalle parti di Alisson.
 

L'equlibrio si spezza improvvisamente ad inizio ripresa con il più classico degli episodi. Kolarov entra in area e Bastos lo stende. Rocchi fischia il rigore, confermato via 'silent check' con l'addetto Var, e Perotti lo realizza portando la Roma avanti dopo quattro minuti. Il vantaggio mette le ali alla squadra di Di Francesco che in un attimo raddoppia. Bolide rasoterra in diagonale di Nainggolan sul quale Strakosha può solo inchinarsi. Una freccia nel cuore della Lazio mentre il belga corre sotto la sud. Anche Totti in tribuna, a differenza della prima rete, lascia da parte l'aplomb inglese e festeggia con Monchi. Inzaghi prova a correre ai ripari. Dentro Lukaku e Nani fuori Lulic e Leiva per un assetto a due punte con Luis Alberto alle loro spalle. Se la Lazio fatica a concludere verso la porta ci pensa la Roma a complicarsi la vita da sola. Errore grossolano di Manolas che nel tentativo di toccare un pallone di petto verso la linea di fondo, dopo una indecisione di Alisson, lo impatta con il braccio. Rocchi chiede aiuto al Var e concede il penalty. Immobile ringrazia a trasforma riaprendo la sfida. La Lazio ci crede e la Roma soffre. Parolo mette i brividi ai giallorossi con un diagonale di poco fuori. I sei minuti di recupero sono una bolgia dantesca con tanto di accenno di rissa ma il risultato non cambia più.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Chievo Verona - Roma

Di Francesco: "Testa al Cagliari. Guai se la Roma si accontenta"

L'allenatore giallorosso vuole arrivare in fondo a tutte le competizioni e guarda con rispetto ai sardi. Contento per l'intesa Dzeko-Schick

Lazio - Cittadella

Coppa Italia, la Lazio rialza la testa. Ci va di mezzo il Cittadella: 4-1

All'Olimpico doppietta di Immobile, reti di Felipe Anderson e Bartolomei e autogol di Camigliano. Inzaghi trova la Fiorentina ai quarti

(SP)ITALY-ROMA-SERIE A-LAZIO-TORINO

"Antisportiva ma non grave". Solo una giornata a Immobile per la testata a Burdisso

Il giudice sportivo ha limitato al minimo la pena per un giocatore comunque espulso. Aggiunti 10mila euro di multa

Lazio - Torino

Gattuso: "Il Var leva i cattivi pensieri". Ma la Lazio non ci sta e grida al complotto

Biancocelesti scatenati dopo Lazio-Torino. Ma alla fine del primo tempo, Giacomelli poteva decidere diversamente