Domenica 02 Ottobre 2016 - 20:00

Serie A, pazzo Milan festeggia Berlusconi: Sassuolo ko 4-3

Dall'inizio in svantaggio alla vittoria, e i rossoneri si portano al terzo posto con Lazio e Chievo

Serie A, pazzo Milan festeggia Berlusconi: Sassuolo ko 4-3

Un regalo con il batticuore per gli 80 anni di Silvio Berlusconi. Sorriso in rimonta per il Milan a San Siro contro il Sassuolo. Finisce 4-3: vantaggio di Bonaventura al 9', pari di Politano un minuto dopo, 1-2 di Acerbi al 54' e tris di Pellegrini al 56'. Poi 2-3 di Bacca su rigore al 69' e pareggio di Locatelli a stretto giro. Non è finita, perché al 77' arriva il 4-3 di Paletta. Milan terzo con Lazio e Chievo, neroverdi fermi a quota 9.

BOTTA E RISPOSTA Gustavo Gomez al centro della difesa rossonera a sostituire l'acciaccato Romagnoli. In attacco c'è Luiz Adriano nel tridente al posto di Niang. In avvio un Sassuolo 'B' con tanti assenti, tra cui il 'castiga-Milan' Berardi: c'è Adjapong con Defrel e Politano in attacco. La partita si sblocca al 9': De Sciglio vola sulla sinistra, scambia con Luiz Adriano e cede a Bonaventura, che taglia a fette il centrocampo del Sassuolo e da fuori area fulmina Consigli con il destro, complice una deviazione di Acerbi. Non passa neanche un minuto e il Sassuolo riaggiusta la partita: amnesia clamorosa di Abate, Politano prende palla, aggira Donnarumma in uscita al limite dell'area e appoggia in rete con il piatto. Inizio pimpante e 1-1 dopo pochi minuti. Al 23', gol annullato al Sassuolo per un tocco con la mano nella conclusione in porta di Adjapong, con ammonizione incorporata. Proteste al 32' per una spallata del portiere rossonero su Politano in agguato, in area. Il Milan va vicino al gol a 6' dall'intervallo con una doppia occasione: prima Magnanelli si immola su Bonaventura e poi riesce a deviare anche sulla botta dal limite di Montolivo, dopo un'uscita a farfalle di Consigli. Tensione allo scadere del primo tempo con Guida che ferma il contropiede di Montolivo in campo aperto: Montella va a passo veloce verso l'arbitro per protestare, ma sembra per un fallo precedente.

MONTAGNE RUSSE La ripresa al via con Niang al posto di Luiz Adriano nel Milan. Suso impegna  pronti, via Consigli con un sinistro a giro e Bacca non riesce a fare il tap-in. Al 51' ancora il Sassuolo a segno: Pellegrini mette in mezzo, sbuca Acerbi che con il destro a incrociare firma il 2-1. Buona la posizione per errore di posizione di Kucka. E due minuti dopo Pellegrini, azzurro dell'Under 21, aggira Gustavo Gomez e firma il tris per i neroverdi. Al quarto d'ora, pioggia di fischi su Montolivo, sostituito da Locatelli e rincuorato dai compagni in panchina. Il Milan perde certezze e non riesce a pungere. Ma al 68' Niang si fa atterrare in area da Antei dopo una sgasata. Bacca si presenta sul dischetto e spiazza Consigli. E al 73' c'è il primo gol a San Siro di Locatelli con una botta di controbalzo di sinistro nel set dal limite. Aveva ragione a parlar bene di lui Berlusconi. Per il quale arriva il regalo di Paletta, che vola in area e firma il 4-3 di testa. Ancora, regalo di Gustavo Gomez a Politano, che esalta i riflessi di Donnarumma. Montella si chiude con Poli per Bacca, mentre Di Francesco inserisce Iemmello. Al 90' il Sassuolo reclama un rigore su Acerbi dopo un contatto con De Sciglio, ma Guida lascia correre. Finisce 4-3 un pazzo Milan-Sassuolo.

Scritto da 
  • Luca Rossi
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Mattarella riceve il Milan alla vigilia della finale di Coppa Italia

Milan, Han Li tratta a New York sul futuro del club: si attende il verdetto della Uefa

La sentenza potrebbe escludere i rossoneri dalle coppe europee. Intanto si cerca un accordo che risolva anche la questione rifinanziamenti

Mattarella riceve il Milan alla vigilia della finale di Coppa Italia

Milan, il fondo Elliott aiuta Li. Versati i 32 milioni

Versato l'aumento di capitale sociale. Adesso Yonghong Li ha tempo dieci giorni per concludere con il possibile nuovo partner

Inter, dopo Nainggolan piace Suso. Il Milan vuole Brozovic

Nerazzurri pronti a mettere sul piatto una quindicina di milioni di euro e un giocatore. Mirante alla Roma

Spezia - Parma

Parma accusato di tentato illecito: promozione in Serie A a rischio

La procura Figc ha indagato su alcuni messaggi inviati tra giocatori prima della partita con lo Spezia