Domenica 30 Aprile 2017 - 17:30

Serie A, orgoglio rosanero: la Fiorentina crolla a Palermo

I viola sprecano l'ennesima chance di potersi reinserire in zona-Europa

Serie A, orgoglio rosanero: la Fiorentina crolla a Palermo

L'orgoglio del Palermo affossa la Fiorentina. Il successo dei rosanero per 2-0 probabilmente non basterà per la salvezza (nonostante il ko dell'Empoli che ora dista 10 punti) ma regala un sorriso ai pochi tifosi siciliani presenti sugli spalti mentre i viola sprecano l'ennesima chance di potersi reinserire in zona-Europa. Il primo tempo vede una sterilissima supremazia dei viola, capaci di tener palla a lungo ma di vedere la porta solo una volta e per giunta a un minuto dal riposo con Babacar, mentre il Palermo - pur sofferente nell'impostare il gioco -ha capitalizzato al meglio l'unica vera occasione. Non sono stati 45' da ricordare, tutt'altro, perchè l'abulicità della Fiorentina è andata a sommarsi alle lacune di un Palermo volenteroso ma poco concreto. Così l'unica cosa degna di nota resta il gol che ha cambiato l'inerzia della gara al 33': una grandissima punizione di Diaman ti, ex di turno, che ha fatto passare la sfera accanto alla barriera, con un effetto a rientrare che non ha lasciato scampo a Tatarusanu. La mossa di Sousa si chiama Chiesa, lasciato inizialmente in panchina e spedito poi in campo al posto di Milic, con il figlio d'arte che avrebbe modo di lasciare subito il segno ma il tocco in rete a prolungare il colpo di testa di Sanchez non ha valore. L'arbitro Tagliavento aveva già fermato il gioco per posizione di offside del colombiano. Nella ripresa il più vivace è ancora Chiesa ma vicino al gol ci va ancora il Palermo dopo 6', quando Nestorowski elude del tutto la marcatura di Sanchez sul pallone mandato alto da Rispoli, girandosi per calciare forte con il mancino: palla fuori di poco. Sousa tenta la carta Saponara al posto di un difensore, Salcedo ma è il solito Chiesa a sfiorare il pari accentrandosi da destra e facendo esplodere un sinistro che Fulignati riesce a deviare in volo. La Fiorentina tenta il tutto per tutto ma non ha lucidità, resta in 10 nel finale per l'espulsione di Astori per doppia ammonizione e a tempo scaduto prende anche il secondo gol per merito di Aalesami. Contropiede fulminante del numero 19 di casa, che ha messo il turbo sulla sinistra, lasciando sul posto Tello, saltando Sanchez e battendo Tatarusanu con un sinistro sotto misura per il 2-0 finale.
 

Scritto da 
  • LaPresse/Italia Media
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Frosinone - Palermo

Battuto il Palermo (2-0). Il Frosinone torna in serie A

I laziali nella massima serie dopo due anni. Il Cosenza batte il Siena e risale in B

Astori, secondo la nuova perizia il giocatore non è morto nel sonno, è stata 'tachiaritmia'

Forse il capitano della Fiorentina si sarebbe salvato se avesse condiviso la camera con qualcuno che poteva dare l'allarme

Milan vs Fiorentina

Milan pokerissimo che vale sesto posto: Fiorentina ko 5-1

Vittoria in rimonta per il Diavolo, che va sotto ma reagisce alla grande ed ottiene un meritatissimo successo

Fiorentina - Cagliari

Serie A, scatto Cagliari verso salvezza: Fiorentina ko, Europa distante

È stato il 'derby di Astori': la cui maglia col numero 13 ritirata da entrambi i club. Al 13' tutto lo stadio lo ha invocato con cori commossi