Sabato 28 Ottobre 2017 - 20:00

Serie A, Higuain bussa due volte: Juve espugna S. Siro, Milan ko 2-0

Terza vittoria di fila per i bianconeri di Allegri che agganciano momentaneamente il Napoli in vetta alla classifica

Milan vs Juventus - Serie A 2017/2018

Il ritorno del Pipita. Una doppietta stupenda di Gonzalo Higuain consente alla Juventus di battere il Milan 2-0 nell'anticipo dell'undicesima giornata e di espugnare San Siro dove lo scorso anno era caduta due volte. Terza vittoria di fila per i bianconeri di Allegri che agganciano momentaneamente il Napoli in vetta alla classifica. Quarta sconfitta nelle ultime sei partite per l'undici di Montella, invece, che rischia di sprofondare sempre più lontano dalle zone nobili.

Nella Scala del calcio, Allegri ritrova la 'sua' Juve: una squadra compatta, concentrata, che non concede quasi nulla agli avversari e che in avanti può contare su un attaccante mortifero come Higuain. Il Pipita firma da campione i suoi gol numero 100 e 101 in Serie A, trascinando la Juve con una prestazione a tutto campo di grande spessore. Al fianco del centravanti argentino da menzionare anche l'ottima partita di Chiellini in difesa e un miracoloso Buffon su Kalinic.

Prestazione generosa del Milan, soprattutto nel primo tempo, ma che alla lunga ha dovuto alzare bandiera bianca di fronte alla maggior caratura tecnica dell'avversario. L'assenza di Bonucci questa volta si è fatta sentire, Zapata e Romagnoli non sono stati impeccabili. Una sola grande sorpresa nelle formazioni di Milan e Juventus, anticipo dell'undicesima giornata del campionato di Serie A. Nelle file bianconere in difesa, Allegri esclude a sorpresa Alex Sandro schierando come terzino sinistro Asamoah. Per il resto confermate le indicazioni della vigilia, con Buffon in porta; Lichtsteiner, Rugani e Chiellini in difesa; a centrocampo Pjanic e Khedira; sulla tre quarti Cuadrado, Dybala e Mandzukic alle spalle di Higuain. Nel Milan, Montella è costretto a fare ancora a meno del grande ex Bonucci. Il tecnico rossonero schiera Donnarumma in porta; Zapata, Romagnoli e Rodríguez in difesa; Abate, Kessie, Biglia e Borini a centrocampi; Suso e Çalhanoglu a supporto di Kalinic in avanti. Partenza arrembante del Milan, il pressing alto portato dai ragazzi di Montella mette in difficoltà la Juventus che non riesce a costruire gioco.

Rossoneri subito pericolosi dopo 2' con una punizione di Rodriguez da posizione molto defilata sulla destra, che Buffon deve respingere con i pugni. Al 7' ancora Milan vicinissimo al gol con Asamoah che salva sulla linea una conclusione in mischia di Kalinic. Uscita indenne dalla sfuriata iniziale del Milan, con il passera dei minuti la Juve guadagna campo cercando di sfruttare soprattutto le sovrapposizioni di Asamoah sulla sinistra. E' di Dybala la prima conclusione in porta della Juve, ma il sinistro dai venti metri dell'argentino è centrale e finisce fra le braccia di Donnarumma.

Al 22' Juve in vantaggio: Dybala serve Higuain al limite dell'area, controllo e destro micidiale del Pipita che non lascia scampo a Donnarumma. La partita si accende, il Milan prova subito a reagire sfiorando il pareggio con Kalinic che a porta vuota manca di un soffio la deviazione vincente su cross di Borini dalla sinistra a Buffon battuto. La squadra di Montella continua a premere soprattutto sulle fasce con Borini e Suso, che continuano a cercare Kalinic in mezzo con palloni tagliati e sempre molto insidiosi. Ed è proprio da un cross dalla sinistra, di Rodriguez questa volta, la palla spizzata da Suso finisce a Kalinic che tutto solo davanti a Buffon colpisce una traversa clamorosa. Decisiva la deviazione del portiere bianconero. Sulla prosecuzione dell'azione, il Milan lamenta un tocco di mani in area di Rugani che Valeri, grazie al supporto del Var, considera regolare. E' l'ultima emozione di un bel primo tempo.

Come nella prima frazione, il Milan riparte in modo arrembante chiudendo la Juve nella propria metà campo. E' sempre il solito Suso a creare i maggiori pericoli, con le sue finte ubriacanti. Proprio da un cross basso dello spagnolo, Kalinic ha la palla buona a centro area ma il suo destro viene respinto dalla difesa bianconera. La replica della Juve con due conclusioni dal limite di Dybala altissime, soprattutto la seconda è grave l'errore della Joya servito da Higuain tutto solo in posizione centrale. Dopo un'ora di gioco Montella cambia: fuori Biglia e Abate, dentro Locatelli e Antonelli con Borini spostato a destra. Neanche il tempo di risistemarsi che la Juve raddoppia al 62': Asamoah avanza sulla sinistra, palla filtrante su cui Dybala fa velo, arriva Higuain che salta di netto Romagnoli e con un altro destro micidiale batte Donnarumma. Trovato il raddoppio, Allegri puntella la difesa con Barzagli al posto di un acciaccato Lichtsteiner e Alex Sandro con un esausto Asamoah.

La squadra di Montella accusa il colpo ma con grande coraggio si rituffa in avanti, sfiorando subito il gol ancora con Kalinic in ritardo sul cross dalla destra di Borini. Nel finale Montella si gioca il tutto per tutto inserendo anche Andre Silva al posto di un deludente Çalhanoglu. Le occasioni migliori sono però ancora per la Juve con un colpo di testa di poco alto di Chiellini e un sinistro al volo di Dybala respinto da Donnarumma, sempre su calcio d'angolo. Milan che esce fra i fischi di una parte di San Siro, anche ingenerosi c'è da dire visto l'impegno profuso dai ragazzi di Montella. Juve che ritrova le sue certezze e manda un segnale forte alle dirette concorrenti per lo scudetto. 

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milan vs Chievo Verona- Serie A Tim 2013/2014

Robinho, 9 anni per stupro, violentò una ragazza in discoteca a Milano

Il fatto avvenne il 22 gennaio del 2013. Allora il brasiliano giocava nel Milan. Adesso è in Brasile. La ragazza aveva 22 anni

Serie A - Sampdoria vs Juventus

Dybala: "Juventino a vita? Non posso prometterlo"

L'attaccante argentino parla del suo sogno nel cassetto ("Il Pallone d'oro") di Buffon e di Messi

Sampdoria - Juventus

Juve, è caccia all'errore. All'origine della crisi disagi palpabili e troppi acquisti sbagliati

Con la Samp quarta sconfitta stagionale. Tanta confusione sotto il cielo. Allegri deve mettere ordine: a partire dal Barca

Serie A - Sampdoria vs Juventus

Buffon e l'addio al calcio: "Smetto a fine stagione, proverò a vincere la Champions"

Il portiere della Juventus e della Nazionale: "Non ho paura di ritirarmi. Sono curioso di ciò che mi riserverà la vita"