Domenica 11 Marzo 2018 - 17:15

Serie A, doppio Dybala stende l'Udinese: Juve in vetta aspettando il Napoli

La squadra di Allegri non risente delle fatiche di Wembley e prosegue la sua marcia inarrestabile

Juventus Vs. Udinese

Messo in tasca il pass per i quarti in Champions, la Juventus prosegue la sua inarrestabile marcia anche in campionato. La squadra di Allegri non risente delle fatiche di Wembley e centra una comodissima vittoria contro l'Udinese: a firmare il 2-0 che stende gli uomini di Oddo all'Allianz Stadium è una doppietta dello scatenato Dybala, già eroe a Londra: l'argentino conferma il suo grande momento di forma. Nel mezzo, anche il rigore sbagliato da Higuain.

Successo, l'undicesimo consecutivo in campionato, che può rappresentare uno spartiacque nella lotta scudetto: I bianconeri volano al primo posto in classifica, a +2 sul Napoli atteso stasera nel delicato match di San Siro contro l'Inter. E mercoledì c'è il recupero con l'Atalanta. Udinese mai pericolosa e troppo rinunciataria, per Oddo arriva il quarto ko consecutivo: ma la granitica Juve di oggi, all'ottava gara di fila senza reti al passivo, non era di certo l'avversario migliore per provare ad invertire il trend negativo.

Tra assenze e necessità di recuperare energie, Allegri opta per il turnover nel disegnare il suo 4-3-3. In porta si rivede Szczesny, senza Lichtsteiner e Alex Sandro a presidiare le fasce ci sono De Sciglio ed Asmoah. Rugani affianca Chiellini al centro della difesa. A centrocampo spazio a Sturaro  Marchisio insieme a Khedira, confermato invece il tridente offensivo Douglas Costa-Dybala-Higuain. Mandzukic parte dalla panchina. 3-5-1-1 per Oddo che recupera a centrocampo Behrami, in avanti Maxi Lopez vince il ballottaggio con De Paul. A suo supporto Jankto, preferito a Perica.
 

E' incoraggiante l'avvio dei friulani, che dopo una manciata di minuti provano a sorprendere i padroni di casa con il tentativo mancino di Adnan: Szczesny si alunga e devia. Il primo pericolo dalla Juve lo crea un velenoso cross di Asamoah: traiettoria deviata dalla difesa ospite, Sturaro non ci arriva per un soffio. La squadra di Allegri si impossessa della manovra e guadagna metri, la squadra di Oddo è ben attenta a presidiare ogni varco. Sulla destra si distingue per vivacità De Sciglio e proprio sugli sviluppi di una sua bella iniziativa Sturaro manca la deviazione del possibile vantaggio. Ma per il gol non occorre attendere molto. Lo inventa Dybala, trasformando in maniera magistrale la punizione concessa per un'entrataccia di Angella sulla caviglia di Higuain. La palla scavalca la barriera e si infila nel sette, Bizzarri nulla può (21'). Strada in discesa per Allegri, tantopiù che di tentativi di reazione dei friulani non c'è traccia nonostante le indicazioni di Oddo. Da parte sua, la Juventus non pare avere intenzione di alzare i ritmi. L'occasione per il possibile raddoppio arriva al 36': ancora un intervento falloso di Angella, che stavolta aggancia il piede di Dybala. Sul dischetto indicato da Giacomelli si presenta Higuain, anziché La Joya, rigorista designato. Bizzarri intuisce e neutralizza (37'). Prima dell'intervallo, sul corner di Asamoah, tenta il blitz Chiellini, con un'incornata da buona posizione che si spegne sul fondo.

Il colpo del ko la Signora lo sferra ad inizio ripresa, sulle frequenze dell'HD: Higuain protegge e serve un gran pallone per Dybala che da pochi passi insacca di destro (49'). Una mazzata sulla speranze dei friulani, che rischiano ancora qualcosa su una conclusione di prima intenzione di Khedira, alta sulla traversa. La prima mossa di Oddo è l'inserimento di Perica per Maxi Lopez, Allegri fa rifiatare Khedira, dentro Matuidi. La Juve controlla senza troppi patemi un'Udinese che non sembra volersi dannare l'anima per riaprirla. Con i ritmi che tengono al ribasso, lo spettacolo viene salvato da qualche fiammata dei padroni di casa: Higuain crossa verso il palo opposto in cerca di Matuidi, Matuidi in scivolata non trova la sfera. Proprio il 'Pipita' lascia il posto a Mandzukic, mentre nelle file della squadra di Oddo arriva il turno di Balic e De Paul che rilevano rispettivamente l'opaco Barak e Behrami. Juve vicina al tris in contropiede, con una gran giocata di Dybala che mette nel mirino il secondo palo, Bizzarri salva in angolo. Sussulto dei friulani con il neoentrato Balic sguscia via sulla trequarti e scarica il diagonale, mancando di poco lo specchio. Un lampo e niente più. Dybala prosegue la caccia alla tripletta duettando con Mandzukic, il suo tentativo si infrange sull'esterno. Allegri concede gli ultimi spiccioli di gara a Bentancur e gli applausi dello Stadium a Douglas Costa. Prima dei titoli di coda c'è ancora tempo per la chance non sfruttata in ripartenza, dopo l'errore di Samir, dal generosissimo Sturaro che prova a fare tutto da solo ma non trova la porta.

Scritto da 
  • Attilio Celeghini
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Cristiano Ronaldo esce per salutare

Juve, il giro del mondo di Ronaldo non passerà dagli Stati Uniti

Non andrà in America con la squadra ma dal 30 luglio sarà a disposizione. Ora è già partito per un tour promozionale della Nike in Cina

Ronaldo con la famiglia allo stadio: subito maglia della Juve per Cristiano Jr.

I primi scatti della nuova vita bianconera postati su Twitter

Juventus - Crotone

Fabio Paratici, l'uomo che ha portato CR7 alla Juventus: "Idea folle nata dopo rovesciata allo Stadium"

Un colpo straordinario quello del dirigente, che la Juve ha 'blindato' con un rinnovo triennale per 'sottrarlo' alla tentazione delle tante offerte ricevute da mezza Serie A

Juventus, Cristiano Ronaldo alla Continassa

Ronaldo, primo giorno alla Juventus: "Voglio fare la storia"

E ringrazia la squadra per la possibilità di mettersi di nuovo in gioco