Domenica 02 Aprile 2017 - 17:30

Serie A, Chievo-Crotone 1-2: calabresi tornano a sperare

Prova sotto tono, invece, per i gialloblu

Chievo Verona - Crotone

Il Crotone passa 2-1 al Bentegodi e ricomincia a sperare. Calabresi a -5 dall'Empoli e con il vantaggio negli scontri diretti. Prova sotto tono, invece, per il Chievo. Pronti via ed i gialloblu vanno vicini al gol con Inglese, che costinge Cordaz alla respinta con i piedi. Poco dopo è Pellissier a colpire di testa da ottima posizione, ma il portiere del Crotone si ripete. I calabresi si scuotono al 13', quando Falcinelli prova ad anticipare Seculin dopo un pasticcio difensivo avversario, mancando però il bersaglio. Nuova chance per il Crotone al 27', ancora per Falcinelli, ma il portiere del Chievo dice di no. I veneti si riaffacciano in zona pericolosa al 42', quando Castro lascia partire una velenosa conclusione a giro che si spegne di pochissimo a lato.

In avvio di ripresa il Crotone passa. Calcio d'angolo dalla destra, Ferrari è solo e può colpire a rete indisturbato. La squadra di Nicola manca il raddoppio in contropiede con Trotta ed al 12' subisce il gol del pareggio del Chievo ad opera di Pellissier, che insacca di testa su cross di Castro. Lo stesso Castro al 26' coglie un palo clamoroso ed al 37' il Crotone torna in vantaggio: diagonale imparabile di Falcinelli, che riaccende le speranze salvezza dei suoi.

Scritto da 
  • redazione web/Italia Media
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Hellas Verona - Crotone

Serie A, balzo Crotone per la salvezza: Verona cade 3-0 in casa

La partita non è bella e ci sono molti errori da una parte e dall'altra, con i due portieri che per larghi tratti sono assolutamente inoperosi

Lazio - Chievo Verona

Serie A, Lazio super anche senza Immobile: Chievo travolto 5-1

Vittoria meno netta di quanto dica l'altisonante 5-1 ma meritatissima e che porta in calce la firma di Milinkovic-Savic

FIGC, Consiglio federale a Roma

Figc, un ticket con Gravina? Tommasi non lo esclude

Grandi manovre verso il voto del 29. Tutti cercano di evitare elezioni con tre candidati. Nicchi (arbitri): "In quel caso, non voteremmo"