Sabato 13 Gennaio 2018 - 09:15

Radio2 Live, i Selton aprono il 2018: "Torniamo a dare valore alla musica leggera"

Il gruppo folk rock brasiliano in un concerto in diretta dalla Sala B di via Asiago per presentare l'ultimo album, "Manifesto Tropicale"

Il 2017 di Radio 2 Live si era chiuso nel migliore dei modi, con un concerto di un artista affermato in tutto il mondo come Tiziano Ferro, che aveva portato sul palco i successi dell'ultimo anno. Ora il compito di inaugurare il 2018 viene affidato a un gruppo emergente con uno stile unico e un background solido alle spalle. Sono i Selton, band folk brasiliana, partita dalla strada e ora molto apprezzata dal giovane pubblico italiano.

I componenti originali sono Daniel Plentz (alle percussioni), Eduardo Stein Dechtiar (al basso), Ramiro Levy (chitarra e ukulele) e Ricardo Fischmann (seconda chitarra): tutti e quattro sono origiari di Porto Alegre, in Brasile, dove hanno frequentato insieme le scuole. Una volta diplomati, nel 2005, decidono di partire per l'Europa: due di loro vanno in Spagna, gli altri scelgono il Portogallo. Quando decidono di incontrarsi a Barcellona finiscono per suonare in strada canzoni dei Beatles e lì vengono notati dal produttore italiano Gaetano Cappa che li convince a trasferirsi in Italia.

Ora sono solo in tre (Ricardo Fisherman ha lasciato il gruppo da pochi mesi), e stanno lanciando il loro quinto album, Manifesto Tropicale, ma non hanno perso l'immediatezza e il rapporto diretto con il pubblico imparato dalla gavetta in strada. "Abbiamo imparato che il più delle volte in Italia - hanno spiegato ai conduttori di Radio 2 Live, Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini  - l'aggettivo 'leggera' riferito alla musica è considerato un insulto. C'è una convinzione generale che la musica leggera non abbia densità artistica, noi non lo crediamo: se dici le cose urlando non acquistano maggiore significato. Quindi questa è la nostra sfida costante: dimostrare che non c'è niente di male nella leggerezza".

D'altronde, come svelano sul palco della Sala B di via Asiago, il loro punto di riferimento nel panorama musicale italiano è Enzo Jannacci. "Lo abbiamo scoperto quando ci siamo trasferiti a Milano - ricordano i Selton - e ci ha colpito moltissimo il suo umorismo nel parlare di cose serie. È un approccio molto brasiliano! Ci siamo rivisti in questo stile e credo che la sua musica ci abbia formati tanto".

Loading the player...

A Radio2 Live, davanti a un pubblico di appassionati, il gruppo si è esibito per la prima volta dal vivo in molti dei brani di Manifesto Tropicale, un album che per i Selton rappresenta un traguardo artistico. "Venivamo già da un successo. Non era facile - dicono a  Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini - mettersi a lavoro dopo Loreto Paradiso ma pensiamo di aver fatto un buon lavoro, siamo soddisfatti. È stata la prima volta che abbiamo lavorato interamente in studio è lì è nata tanta della parte creativa del disco". "Solitamente - continuano - molto del lavoro veniva fatto nell'appartamento di Ramiro. Abbiamo persino fatto dei concerti nel cortile del palazzo di Milano dove viviamo, durante la lavorazione degli album precedenti".

 

Scritto da 
  • Corinna Spirito
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bono Vox passeggiata per Malibu

Bono Vox contro Trump sui migranti: "È una politica anti-americana"

Il leader degli U2 fa un appello al Congresso per cambiare la legge

L'uccisione del rapper XXXTentacion a Miami - Immagini di repertorio

Addio a XXXTentacion, astro nascente del rap: morto in sparatoria

Il giovane è stato ucciso dopo una rapina all'uscita dal negozio Riva Motorsports a Miami

Beyonce e Jay-Z in concerto al Principality Stadium di Cardiff

Beyoncé e Jay-Z: pubblicato a sorpresa album 'Everything is love': un omaggio al loro amore

È un'opera musicale che celebra anche la vita coniugale dei due artisti

i  Foo Fighters in concerto in Brasile

Sorpresa a Firenze Rock: Guns N'Roses su palco con Foo Fighters

Il fuori programma al festival in programma alla Visarno Arena davanti a 65mila spettatori