Mercoledì 19 Ottobre 2016 - 15:15

16enne stuprata fino alla morte: l'Argentina scende in piazza

Lucia Perez morta dopo violenze inaudite, il caso ha sconvolto il Paese sudamericano

Drogata, violentata ripetutamente e portata agonizzante in un ospedale di Mar del Plata, in Argentina. E' morta così Lucia Perez, una ragazza di appena 16 anni, il cui caso ha scatenato un moto di indignazione a livello nazionale. Oggi le donne di tutto il Paese si fermano per chiedere la fine della 'violenza maschilista'. Una cinquantina di collettivi per i diritti delle donne hanno domandato alle donne di vestirsi di nero e fermarsi sul luogo di lavoro per almeno un'ora. In programma anche una marcia nel pomeriggio nella capitale Buenos Aires.

"Nei nostri uffici, negli ospedali, nelle scuole, nei tribunali, nelle sale stampa, nei negozi, nelle industrie o dovunque stiate lavorando, fermatevi per un'ora per chiedere la fine della 'violenza maschilista'", scrivono gli organizzatori della manifestazione, che hanno ribattezzato la giornata di oggi come 'Mercoledì nero', adottando il motto #NiUnaMenos (Non una di meno) e 'Noi vestiamo di nero'. Lo sciopero, spiegano ancora gli organizzatori, mira soprattutto a "dimostrare l'importanza delle donne nell'economia produttiva del Paese" e vuole dare "visibilità alla disuguaglianza e alla violenza di genere".

Lucia è stata portata nell'ospedale dove poco dopo è morta lo scorso 8 ottobre. I due uomini che l'hanno accompagnata hanno riferito che aveva abusato di droghe, ma i dottori hanno trovato sul suo corpo i segni dell'estrema violenza subita. In Argentina, scrive oggi il sito della Bbc, muore una donna ogni 36 ore per violenza domestica. Nel 2012 il Paese sudamericano approvò una legge anti-femminicidio, con dure pene per gli omicidi in cui il genere gioca un ruolo rilevante.

Fino ad oggi tre uomini sono stati arrestati per la morte della 16enne, a cui prima dello stupro sono stati somministrati marijuana e cocaina. Le violenze sessuali sul suo corpo sono state talmente violente da causare farite che le hanno causato un arresto cardiaco. La ragazza si è spenta poco dopo l'arrivo in ospedale. Il capo procuratore Maria Isabel Sanchez, parlando con i media, si è detta sconvolta, sostenendo di "non aver mai visto nulla di simile a questa serie di atti ripugnanti". 

Immagine tratta dal profilo Twitter @somos_pilar

Scritto da 
  • Ilaria Leccardi
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Francia, ballottaggio tra Hamon e Valls alle primarie socialiste

Francia, ballottaggio tra Hamon e Valls alle primarie socialiste

Domenica prossima il voto decisivo per scegliere il candidato della sinistra alle presidenziali

Regeni, dall'Egitto ok a esperti italiani per esaminare video

Regeni, dall'Egitto ok a esperti italiani per esaminare video

I filmati sono stati girati nella metro del quartiere di Dokki, dove il ricercatore italiano viveva

Verona, bus ungherese prende fuoco su A4, i resti del mezzo

Bus in fiamme su A4, 16 morti: polizia ungherese apre indagini

Si stanno concentrando sulla verifica delle condizioni tecniche del bus al momento della partenza

Usa, Trump si riappacifica con Cia e dichiara guerra ai media

Trump si riappacifica con la Cia e dichiara guerra ai media

I giornalisti sono "tra gli esseri umani più disonesti della terra", ha commentato