Martedì 04 Ottobre 2016 - 13:15

Scrive su Facebook 'Michelle Obama gorilla': licenziata maestra

E' successo nella contea di Forsyth, in Georgia

Scrive su Facebook 'Michelle Obama gorilla': licenziata educatrice

Un'educatrice della contea di Forsyth, in Georgia, è stata licenziata dopo la pubblicazione su Facebook di insulti razzisti diretti contro la first lady Usa Michelle Obama. La dipendente licenziata, Jane Woody Allen, aveva definito sulla sua pagina Facebook "gorilla" la moglie del presidente Barack Obama, chiedendosi "come farà a vivere nel mondo reale senza avere le vacanze di lusso pagate". Al post, diffusosi in modo virale sui social, è seguita una pioggia di critiche, che ha contribuito al licenziamento dell'educatrice.

I rappresentanti del distretto scolastico di Forsyth hanno confermato l'espulsione di Allen dalla scuola elementare di Gainsville, in Georgia appunto, specificando in un comunicato che non sono consentite a nessuno manifestazioni di intolleranza. "Il razzismo e la discriminazione non sono tollerati nel nostro distretto scolastico. Siamo impegnati a continuare a formare il nostro personale ad accettare tutte le persone", si legge nella nota emessa dalle autorità. In un precedente post pubblicato sulla sua pagina Facebook, l'insegnante aveva già inveito contro i musulmani, invitandoli a lasciare il Paese.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Trump ritira la riforma sanitaria che doveva sostituire l'Obamacare

Trump ritira riforma sanitaria che doveva sostituire Obamacare

Non ci sono i voti alla Camera. Il 49% degli americana ritiene che il Trumpcare non sia un miglioramento

Egitto, scarcerato l'ex presidente Mubarak

Egitto, scarcerato l'ex presidente Mubarak

Assolto dalle accuse di aver dato ordine di sparare e uccidere dimostranti nel corso della rivoluzione del 2011

Attacco a Londra, altri due arresti: nove persone in custodia

Attacco a Londra, altri due arresti: nove persone in custodia

La polizia sta portando avanti perquisizioni in cinque proprietà