Sabato 12 Marzo 2016 - 16:00

Sci, Dominik Paris vince la discesa libera CdM di Kvitfjell

"Sono molto contento. Sono andato molto forte nella parte bassa e ho fatto la differenza"

Sci, Dominik Paris vince la discesa libera CdM di Kvitfjell

Dominik Paris vince la discesa libera di coppa del mondo disputata sulle nevi norvegesi di Kvitfjell. L'altoatesino, che si era imposto anche nella discesa di Chamonix, chiude in 1'45"98 davanti al sorprendente francese Valentin Giraud Moine (+0.20) ed allo statunitense Steven Nyman (+0.24). Alla vigilia delle finali di specialità a St.Moritz l'Italia ha grandissime possibilità di aggiudicarsi la coppa della discesa libera. In testa alla classifica generale infatti c'è l'altro azzurro Peter Fill, oggi decimo (+0.98) in coppia con il norvegese (infortunato, ndr) Aksel Lund Svindal con 436 punti. Alle loro spalle dopo il trionfo odierno Dominik Paris con 432. In lizza per la vittoria anche il norvegese Jansrud (oggi quinto) ed il francese Theaux.

Decisamente più indietro nella gara odierna gli altri italiani. Mattia Casse è 21esimo (+1.68), Christof Innerhofer 25esimo (+1.91) e Werner Heel al momento 30esimo (+2.66).

PARIS: PENSO A VINCERE PROSSIMA GARA. "Sono molto contento, ho tirato fuori la grinta giusta al momento giusto. Sono andato molto forte nella parte bassa e ho fatto la differenza", ha detto Paris dopo la vittoria. Ora l'altoatesino nelle finali di St.Moritz si gioca la coppa di specialità con il compagno di squadra Peter Fill, il norvegese Jansrud ed il francese Theaux. "Non ho idea di come sarà la pista di St. Moritz, abbiamo fatto solo una prova in Coppa del mondo, ma questa è la pista dei Mondiali 2017 e quindi sarà un po' differente. So che ci sono tanti salti, tante onde e una parte piatta, per cui bisognerà leggerla bene e non sarà facile fare una bella gara".

"Ora io penso alla prossima gara, più che alla Coppa e punto a vincerla. La Coppa non la regalo a nessuno, questo è certo. Chi va più forte vince", spiega. "Non avrei mai pensato di trovarmi a lottare per la Coppa dopo l'inizio della stagione, ma prima della Corea ho ritrovato il feeling giusto, poi ho riacquistato fiducia e la fiducia è molto importante nel nostro sport: ti permette di metterti in pista in modo diverso", argomenta ancora.

"Oggi sarebbe potuta andare meglio visti anche i risultati delle prove - gli fa eco Peter Fill -. Purtroppo ho sbagliato la prima curva e non sono più riuscito a trovare il ritmo giusto. Ho ancora tutte le possibilità di giocarmi la Coppa con Dominik (Paris), Jansrud e Theaux, perciò sarà molto interessante la gara di mercoledì. Bisognerà far molto bene po addirittura vincere la gara per conquistare la Coppa", conclude.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Olimpiadi Rio 2016 - Scherma

Rio 2016, dalla spada di Fiamingo prima medaglia Italia, è argento

L'oro è andato all'ungherese Emese Szasz, rivale più esperta ma meno blasonata

Tour de France, dodicesima tappa con ascesa al mitico Mont Ventoux

Tour, De Gendt vince sul Mont Ventoux. Froome cade, corre a piedi e resta in giallo

L'inglese, coinvolto in una caduta, è ancora leader seppure in un primo tempo era stato scavalcato in classifica da Yates

Coppa del Mondo di Sci Alpino a Sestriere: sopralluogo Fis

Coppa del Mondo di Sci Alpino a Sestriere: sopralluogo Fis

Approvata l’impostazione delle aree riservate predisposte per lo svolgimento delle gare