Lunedì 22 Gennaio 2018 - 20:15

Scandalo molestie, si dimette board della federazione di ginnastica Usa

L'ex medico della squadra nazionale Larry Nassar era stato accusato di abusi da centinaia di atleti

Ginnastica, bufera Usa sugli abusi alle atlete

Il board della federazione nazionale di ginnastica degli Stati Uniti si è dimesso, dopo lo scandalo legato agli abusi sessuali commessi dall'ex medico della squadra nazionale Larry Nassar nei confronti di più di un centinaio di atleti, tra cui la campionessa olimpica Simone Biles. "Il board dei direttori identificherà una persona incaricata della presidenza ad interim sino a quando una scelta definitiva sarà fatta", si legge in una nota pubblicata sul sito web di Usa USA Gymnastics.

Il presidente del cda della federazione, Paul Parilla, il suo vice Jay Binder, la tesoriera Bitsy Kelley hanno presentato le loro lettere di dimissioni, che saranno effettive da domenica. "Sosteniamo la loro decisione", "crediamo che questo passo ci permetterà di avanzare in modo più efficace nella messa in atto di cambiamenti all'interno della nostra organizzazione", ha affermato Kerry Perry, nominata direttrice a settembre.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Giro d'Italia 2018 - Tappa 20 - Da Susa a Cervinia

Giro d'Italia: Nieve vince per distacco la tappa di Cervinia. Froome conserva la maglia rosa

Lo spagnolo trionfa nel giorno del 34esimo compleanno: "La dedico a mio figlio di 5 mesi". Domenica si chiude la gara per le strade di Roma

Giro d'Italia 2018, tappa 19 da Venaria a Bardonecchia

Giro, nel tappone trionfa Froome, sua la maglia. Crolla Yates

A Bardonecchia, grande impresa dell'inglese. Regge solo Damoulin ora secondo a 40". Terzo Pinot. Crolla Pozzovivo

Giro d'Italia 2018, tappa 19 da Venaria a Bardonecchia

Giro d'Italia: Fabio Aru si ritira durante la 19esima tappa

Il ciclista sardo si ferma dopo 41 chilometri della Venaria Reale-Bardonecchia

Giro d'Italia 2018, tappa 18: Abbiategrasso - Prato Nevoso

Giro d'Italia: 18esima tappa a Schachmann, Yates resta in rosa

Il tedesco: "Ero fiducioso di poter vincere contro i miei ultimi avversari"