Mercoledì 01 Novembre 2017 - 20:45

Scandalo molestie in Gb, si dimette ministro della difesa Fallon

È accusato di aver ripetutamente toccato le ginocchia a una giornalista in un pub nel 2002

Westminster abuse allegations

l ministro della Difesa britannico Michael Fallon si è dimesso in seguito alle accuse di molestie sessuali che lo hanno travolto. Lo conferma il suo portavoce. 

"Nel corso degli ultimi giorni sono emerse numerose accuse contro membri del Parlamento, tra cui alcune riguardanti il mio comportamento. Molte di queste sono false, ma ammetto che in passato sono sceso al di sotto degli standard elevati richiesti dalle Forze Armate che ho l'onore di rappresentare", ha scritto Fallon nella lettera di dimissioni resa nota dall'ufficio di Theresa May.

Il ministro, pezzo fondamentale del governo May, è stato accusato di aver molestato una giornalista toccandole ripetutamente le ginocchia in un pub nel 2002. Nonostante anche la stessa reporter consideri chiuso il caso avvenuto 15 anni fa, Fallon è finito nell'occhio del ciclone insieme al numero due del governo May, Damian Green. Il suo nome è spuntato nel dossier sui presunti molestatori o responsabili di "comportamenti impropri" a Westminster.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Golpe in Zimbabwe: il presidente Mugabe nelle mani dell'esercito

Zimbabwe, Cnn: Mugabe accetta di dimettersi, immunità per lui e moglie

Il presidente ha deciso di lasciare e ha già scritto la lettera

Germania, fallite le trattative per la coalizione: si rischia il ritorno alle urne

Il leader della Fdp: "E' meglio non governare che farlo nel modo sbagliato". Merkel oggi dal presidente Steinmeier

Immagini storiche retrospettive

Infanzia difficile e omicidi spietati: chi era Charles Manson, mostro del massacro di Bel Air

Alla fine degli anni '60 guidava una setta, chiamata la 'Famiglia': in cui si fusero anche le credenze in Scientology e in Satana, e l'odio per i neri

Manson

Morto Charles Manson, autore di una serie di omicidi 'satanici' negli anni '60

Fu uno dei criminali più feroci del ventesimo secolo. Tra le vittime del 'guru' della setta 'Family' anche Sharon Tate moglie del regista Roman Polanski