Domenica 18 Dicembre 2016 - 19:45

Sarri: Mertens straordinario, Napoli deve crescere in mentalità

"La squadra lo facilita con il gioco che sta esprimendo"

Sarri: Mertens straordinario, Napoli deve crescere in mentalità

 "Mertens è un giocatore straordinario, ma è la squadra che lo facilita con il gioco che sta esprimendo. Anche se dal punto di vista della mentalità dobbiamo crescere: doveva essere una partita stra chiusa e invece non lo è stata. Abbiamo preso gol su tre stupidaggini, leggerezze che non dobbiamo assolutamente commettere". Così il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha commentato ai microfoni di Premium Sport la vittoria ottenuta contro il Torino (5-3). "Dal punto di vista qualitativo, però, è stata una prestazione di altissimo livello. Io ora non penso a Madrid, sono preoccupato per Firenze: se pensiamo adesso alla Champions commettiamo un grande errore - ha proseguito - Dobbiamo continuare a giocare su questi livelli, migliorando in mentalità e non dando per acquisito alcun risultato, finché la partita non sarà finita. Del Real Madrid non stiamo nemmeno guardando le partite, è troppo presto: ora dobbiamo pensare a limare le nostre superficialità".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Genoa - Napoli

Napoli, Ghoulam-Milik-Verdi: un tris per sognare il tricolore

Tre pedine diverse, ma dal peso specifico enorme, ognuna fondamentale a suo modo per contribuire alla corsa verso lo scudetto

Serie A - Napoli vs Sampdoria

Napoli, Hamsik: "Scudetto? E' la speranza di tutti. Ce lo meritiamo"

Il capitano azzurro giura amore eterno al club partenopeo: "Le offerte ricevute da Juventus e Milan? Non ho mai vacillato. Chiuderò qui la mia carriera"

Napoli, col Chievo è triplo intreccio: Inglese, Milik e Giaccherini

Intanto è sempre più vicino l'arrivo di Machach, svincolatosi poche settimane fa dal Tolosa

Napoli, Sarri aspetta Verdi e intanto si gode sosta e primato

Una pausa che vale ancora di più per gli azzurri, spremuti quasi allo stremo dai tanti impegni ravvicinati