Martedì 31 Ottobre 2017 - 14:45

Sarri carica il Napoli: "Voglio vedere la paura negli occhi dei giocatori del City"

Il tecnico azzurro ci crede: "Nessuno è imbattibile, spero molto nella 'benzina' del pubblico del San Paolo"

"Cosa vorrei vedere domani? Mi piacerebbe vedere la paura negli occhi dei giocatori del Manchester City. Sarebbe un bel segnale per la squadra e vorrebbe dire che stiamo facendo bene". Questo il desiderio di Maurizio Sarri, che oggi ha presentato in conferenza stampa Napoli-Manchester City, gara valida per la quarta giornata di Champions League che si giocherà domani sera allo stadio San Paolo di Napoli. "Il giocatore più pericoloso del City? All'andata quello che ci ha messo più in difficoltà è stato il portiere Ederson, che non ha sbagliato praticamente nulla", ha aggiunto.

"Io nel calcio non considero nessuno imbattibile, tutte le squadre possono essere battute in un modo o nell'altro. Resta il fatto che il Manchester City al momento è la squadra più forte d'Europa, allenata dal miglior allenatore d'Europa". "Domani spero molto nella 'benzina' del pubblico del San Paolo", ha proseguito.

I PARAGONI CON GUARDIOLA E SACCHI. "Il paragone con Guardiola? Lui è un mostro sacro, non posso paragonarmi a lui visti tutti i trofei che ha vinto", ha detto Sarri. "Mi piace la sua filosofia di come conduce la partita, di come la sua squadre esce dalla difesa in maniera pulita, di riconquistare palla in maniera rapida", ha spiegato il tecnico dei partenopei. "Mi piacciono tante cose che fa la sua squadra... Ripeto, stiamo parlando di uno di quegli allenatori che quando lasceranno l'attività avrà cambiato il modo di vedere il calcio".

E l'essere accostato ad Arrigo Sacchi? "Beh, mi sembra un'offesa per lui", ha risposto il tecnico azzurro. "Parliamo di uno che ha cambiato il calcio per decine e decine di anni, ha vinto tutto e ha trasformato in campioni giocatori come Van Basten, Gullit, Baresià Tutti sono diventati grandi grazie ad Arrigo Sacchi". "Se io invece mi ritirassi ora, resterei uno che non ha vinto nulla, e quindi forse non sarei ricordato da nessuno", ha concluso.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milan - Austria Vienna

Milan-Austria Vienna, le pagelle: Silva-Cutrone sontuosi, Bonucci stecca ancora

I giovani sono i migliori nella quinta partita di Europa League

Milan - Austria Vienna

Europa League, Milan ai sedicesimi: Silva e Cutrone travolgono Austria Vienna

La coppia baby del Milan - poco più di 40 anni in due - stende gli avversari con una doppietta a testa

UEFA Europa League - Everton vs Atalanta

Atalanta, notte magica. Everton travolto a Goodison Park: 1-5

Doppiette di Cristante e Cornelius e rete di Gosens. Nessuna squadra italiana aveva mai vinto qui. Storica qualificazione ai sedicesimi di Europa League

Europa League - Lazio vs Vitesse Arnhem

Europa League, Vitesse spaventa Lazio poi Luis Alberto trova il pari

Ospiti in vantaggio al 13'pt con Linssen, pareggio di Luis Alberto al 42'