Martedì 03 Novembre 2015 - 19:45

Saponara: Empoli dimostra che può fare bene anche senza Sarri

Il trequartista: Giampaolo caparbio nell'evitare rivoluzioni

Saponara in azione
Torino, 3 nov. (LaPresse) - "Ci eravamo imposti di scacciare lo scetticismo. Si fa presto a macchiarsi nel calcio di etichette spesso anche non giuste, sin dal ritiro è una delle nostre grandi motivazioni quella di confermare che Sarri ci ha dato tanto ma che siamo in grado di compiere un'impresa simile anche senza il mister". Lo ha detto Riccardo Saponara, centrocampista dell'Empoli, il giorno dopo la vittoria di Palermo decisa da una sua rete. La squadra toscana, con la gestione Giampaolo, non sembra aver risentito dell'addio di Sarri, passato al Napoli. "Non ho messaggi da mandare al mister se non di complimenti - ha spiegato il giocatore a Radio Sportiva - sapevo che avrebbe fatto bene, noi che lo conosciamo non avevamo dubbi sul suo potenziale e che se la squadra gli fosse andata dietro sarebbe riuscito a fare grandi cose, complimenti a lui al suo staff e al Napoli".
 
Da Saponara parole di elogio per Giampaolo, "ci aveva già studiato dalla scorsa stagione, ha capito che c´era un progetto avviato e vincente e lui è stato caparbio ed intelligente nell´evitare rivoluzioni con l'umiltà di portare avanti un lavoro non suo è stato sublime in questo ed è stato bravo a non sconvolgere le nostre certezze". Saponara è tornato poi sulla sua parentesi al Milan: "Purtroppo sono deluso per la mia esperienza per molti aspetti, avrei voluto dare contributo maggiore e mostrare le mie capacità, anche perché ho sempre sognato di poter giocare in rossonero. Un ritorno? Per il futuro non precludo niente". Quanto al presunto interesse della Juventus nei suoi confronti, ha commentato: "Quando sento certi accostamenti provo orgoglio e soddisfazione perché significa che sto lavorando nel modo giusto e spero di continuare. Ho ancora tanto da dimostrare, cercherò di migliorarmi perché credo di avere ancora margini". Capitolo Nazionale: "Mi auguro di poterci arrivare, sarebbe motivo di orgoglio, la chiusura di un cerchio per chi comincia a giocare a pallone. E´ una chiamata che spero possa arrivare come ogni calciatore. Spetta a Conte deciderlo, io ovviamente sono a disposizione", ha concluso Saponara.
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Chievo Verona - Roma

Serie A, Roma sbatte su muro Sorrentino: è 0-0 con il Chievo

E' il secondo pari esterno consecutivo per i capitolini: un'occasione che sa molto di sprecata.

Attesa per Juve-Inter, Allegri: "Sfida scudetto ma non decisiva"

Spalletti carica i suoi: "A Torino per fare più punti possibili"

Champions. Real Madrid V Borussia Dortmund

Pallone d'Oro: 5° trionfo per Ronaldo, raggiunto Messi

Il campione portoghese è stato premiato a Parigi. "Lavoro ogni anno per questo obiettivo"