Domenica 14 Febbraio 2016 - 01:45

Sanremo, trionfano gli Stadio: Vittoria dedicata alla nostra storia

Ascolti da record: share più alto degli ultimi 11 anni per le cinque serate, 52,2% per la finale

Gli Stadio vincono il Festival di Sanremo

Sono gli Stadio con 'Un giorno mi dirai' a vincere la 66esima edizione del Festival di Sanremo, con un'esplosione di gioia dell'Ariston e della sala stampa. Il gruppo ha battuto Francesca Michielin, arrivata seconda, e Giovanni Caccamo e Deborah Iurato sull'ultimo gradino del podio. A caldo, ritirando il premio, Gaetano Curreri ha detto: "Mai e poi mai avremmo pensato di vincere il Festival di Sanremo". 
 

"Dalla sera delle cover siamo tornati ad essere gli Stadio, cioè una band che da 35 anni fa musica in quel modo lì. Forse la prima sera eravamo intimiditi dal palco di Sanremo. Con 'La sera dei miracoli' ci siamo ricordati che siamo gli Stadio. Siamo tornati ad essere quello che siamo", ha detto Curreri in conferenza stampa.  "Dedico questa vittoria alla nostra storia. Ci sono stati alti e bassi, sono 30 anni di carriera, questo è un coronamento della nostra carriera, eravamo già felici dopo aver vinto con le cover, abbiamo guadagnato quel briciolo di autostima in più che ci era mancato. Quello che dovevamo fare l'avevamo fatto. Lo dedichiamo a tutti quelli che hanno lavorato con noi, al nostro staff, Laura e Daniele fanno per noi un lavoro eccezionale. E poi a mio figlio, mia moglie e a mio nipote", ha detto il batterista Giovanni Pezzoli, batterista degli Stadio.

"E' stato l'anno record di Sanremo. Ultima serata vista da 11.222.128 spettatori pari al 52.52% share", ha festeggiato il direttore di Rai1 Giancarlo Leone su Twitter. Complessivamente le 5 serate della 66sima edizione del Festival sono state viste da 10.746.429 spettatori pari al 49.58% share. Si tratta dello share più alto degli ultimi 11 anni. Successo personale anche per Carlo Conti: quest'anno ha ottenuto quasi un punto in più di share, 49.58% contro la sua precedente conduzione dell'anno scorso ferma a 48.64%.

Ancora una serata di conferme per Virginia Raffaele, che per la prima volta è se stessa sul palco dell'Ariston e che ne esce con un'eleganza straordinaria e con abiti perfetti per lei. Bellissima anche Madalina Ghenea, vera regina cosmopolita del Festival.

Oltre alla gara, la finale di questa edizione è stata un centrifugato di emozioni, arti e sorprese.

ROBERTO BOLLE IN VERSIONE ROCK. Il primo grande ospite a salire sul palco è stato Roberto Bolle. Invece che nel suo abituale terreno di gioco, la danza classica, ha ballato sulle note di 'We will rock you' dei Queen. L'eccellenza della danza mondiale ha eseguito una coreografia creata apposta per l'occasione da Mauro Bigonzetti. "La danza può essere davvero molto pop o molto rock - ha spiegato Bolle - 'We Will rock you' abbinato con il corpo di un ballerino classico è l'abbinamento migliore per far vedere la modernità della mia arte". Poi un simpatico siparietto con Virginia Raffaele, con cui ha ballato sulle note di 'La notte vola' di Lorella Cuccarini. 

RENATO ZERO INFIAMMA L'ARISTON. Sorcini di tutta Italia incollati agli schermi dei televisori per vedere poi arrivare il loro idolo: Renato Zero. Il suo medley dei più grandi successi fra cui 'Triangolo' e 'Mi vendo' ha fatto ballare tutto l'Ariston e la sala stampa. Una magia per la quale Zero ringrazia: "E' bello essere Renato Zero e avervi avuti vicini tutti questi anni. Oggi siamo indissolubili definitivamente". "La musica - ha poi detto - non è solo velleità ma anche impegno sociale e culturale. Mi piacerebbe per togliere i giovani dalla nullatenenza possano essere accolti dalla musica. Fate che sia insegnata nelle scuole, fra i bambinetti. Grazie onorevoli, se ogni tanto pensate anche a noi".

A FURORE DI POPOLO ARRIVA CRISTINA D'AVENA. A furor di popolo, dopo che in migliaia hanno firmato una petizione per portarla sul palco dell'Ariston, questa sera è stato il momento della consacrazione di Cristina D'Avena. Le sue sigle dei cartoni animati hanno fatto cantare intere generazioni di bambini, e questa sera hanno divertito loro ma anche tutti gli ormai adulti che sono cresciuti con lei. Sul palco della kermesse canora Cristina ha cantato 'Il valzer del moscerino', con cui ancora bimba partecipò allo Zecchino d'oro, e poi 'Kiss me Licia', 'Occhi di Gatto' e 'La canzone dei Puffi'. Cristina D'Avena è salita sul palco con un ampio ed elegantissimo abito verde smeraldo e attaccati al microfono i nastri arcobaleno, come aveva annunciato ieri in conferenza stampa.

PANARIELLO, PIERACCIONI, BEPPE FIORELLO. Ma la finale è stata un susseguirsi di personaggi e sorprese. Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni, grandi amici nella vita del conduttore Carlo Conti "Carlo sei sempre in televisione - lo accusa scherzando Panariello - per parlarti uno deve venire in televisione o al solarium". "Tua moglie quando deve far l'amore - incalza Pieraccioni - chiama 'Chi l'ha visto?". Beppe Fiorello, invece, si è esibito in un breve monologo, prima di intonare le note della canzone 'Amara terra mia' accompagnato alla chitarra di Daniele Bonaviri e Fabrizio Palma.

PREMI SPECIALI. Sono stati quattro i premi speciali assegnati stasera durante l'ultima serata. Il premio della critica Mia Martini è andato a Patty Pravo per 'Cieli immensi', quello della sala stampa radio-tv-web Lucio Dalla a 'Un giorno mi dirai' degli Stadio, che portano a casa anche il premio per la miglior musica Giancarlo Bigazzi. Il premio Sergio Bardotti per il miglior testo è andato a 'Amen', cantata fra le Nuove Proposte da Francesco Gabbani.

Scritto da 
  • Chiara Troiano e Chiara Dalla Tomasina
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Madonna e Katy Perry si spogliano a sostegno di Hillary Clinton

Nude sui social per sostenere la candidata democratica alla Casa Bianca

Beyoncé e Justin Bieber in testa alle nomination degli Mtv Ema

Beyoncé e Justin Bieber in testa alle nomination degli Mtv Ema

Le votazioni sono aperte da oggi sul sito mtvema.com

Saviano: La forza di Jovanotti? Essere simbolo di leggerezza

Saviano: La forza di Jovanotti? Essere simbolo di leggerezza

Messaggio di auguri con selfie per i 50 anni del cantante

Buon compleanno Jovanotti: il 'ragazzo fortunato' compie 50 anni

Buon compleanno Jovanotti: il 'ragazzo fortunato' compie 50 anni

Da 30 anni Lorenzo è sulle scene con un successo dopo l'altro