Venerdì 10 Febbraio 2017 - 16:30

Greta Menchi: Porto i Millennials a Sanremo ma sogno il cinema

Intervista a una delle youtuber più seguite d'Italia, membro della giuria di qualità del Festival

Sanremo, Greta Menchi: Porto i Millennials al Festival ma sogno il cinema

E' arrivata solo ieri sera a Sanremo, ma la sua presenza al Festival è una delle più discusse. Greta Menchi, 21 anni, è conosciutissima e amata dai giovani e ha un seguito impressionante sui social network: quasi 500mila followers su Twitter, 1,6 milioni su Instagram. Numeri da capogiro per una giovanissima che, grazie ai video su YouTube in cui racconta la sua vita quotidiana, ha trovato la notorietà. Ora, alla sua carriera si aggiunge la presenza nella giuria di qualità del Festival: criticata, insultata e sminuita, Greta a testa alta affronta col sorriso i giudizi. Noi l'abbiamo incontrata e abbiamo visto l'altra faccia della medaglia: una ragazza timida, a tratti imbarazzata, con un sorriso dolce e lo sguardo aperto. Ma anche con le idee chiare su cosa vuole fare da grande.

Per Greta Menchi è la prima volta a Sanremo. Quali sono le prime impressioni?
E' bellissimo. Si sente la magia nell'aria. Oggi ho visto Carlo Conti e assieme alla giuria abbiamo votato per il miglior testo. E' stato divertentissimo perché siamo tutti diversi. Mi sento accettata. Al Festival porto tutte le persone della mia età in qualcosa di cui non si sono sentite veramente parte fino ad ora. E' un'esperienza incredibile.

La giuria come ha accolto la presenza di una 'outsider'?
All'interno della giuria ci sono persone esperte ma con un'apertura mentale incredibile. Mi trovo benissimo con tutti. Con me Carlo Conti ha inserito in giuria una persona che parla ai Millenials: porto le persone della mia età, della mia generazione, in un Festival che ha fatto la storia in Italia. Io ho tanta cultura musicale, ma non sono di certo una critica. La cosa più sorprendente è che persone come Moroder mi abbiano accettata nel gruppo e mi abbiano fatto sentire parte di quello che stiamo facendo.

Le critiche, però, sono state tante, a partire da chi non ritiene una YouTuber all'altezza del ruolo...
Le critiche ci sono state perché le persone non hanno bene interpretato quale è il mio ruolo in questa giuria. Io me la sto vivendo con tutto il cuore, le persone mi stanno trasmettendo una positività incredibile. Sto vivendo una magia.

Gli insulti sessisti e volgari quanto feriscono?
Il web è casa mia. Ha un potere enorme perché dà libertà di parola a tutti. Gli insulti sono stati brutti perché mi dispiace che nel 2017 gli uomini e addirittura alcune donne pensino che una ragazza per fare carriera e per raggiungere obiettivi importanti debba per forza avere addirittura concesso dei favori sessuali a qualcuno. Mi dispiace che le persone al posto di unirsi nella positività, sul web, si uniscano nella negatività. Ho scritto un post di risposta agli insulti per mettere il punto, perché era un po' troppo.

Cosa c'è nel futuro di Greta Menchi dopo il Festival?
Sta per uscire il mio primo film, il 16 marzo ('Classe Z' di Guido Chiesa, ndr) e mi sto dedicando a quello che è sempre stato un sogno. Ancora prima dei social, il mio desiderio è sempre stato fare l'attrice. Rita Pavone, che è nella giuria con me, la incontrai con Lina Wertmuller, che è la regista del mio film preferito, 'Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto'. Le dissi che il mio sogno era diventare un'attrice e lei fu molto carina, e anche la Wertmuller. Mi dissero di continuare.

Scritto da 
  • dalla nostra inviata Chiara Troiano
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Sky profits

Emmy 2018, "Game of Thrones" guida le nomination, ma Netflix batte Hbo

Con 112 candidature, la piattaforma di streaming supera per la prima volta la tv via cavo

Uscita di Niccolò Bettarini dall'Ospedale Niguarda di Milano

Simona Ventura: "Aggressione a Niccolò punto di svolta per una nuova vita"

La conduttrice tv su Instagram parla dell'aggressione al figlio colpito con 11 coltellate: "Dio gli ha messo una mano sulla testa. Riesco solo a dire grazie"

RAI: presentazione Palinsesti autunno 2018 omaggio a Fabrizio Frizzi

Rai, presentati i palinsesti a Roma. Gli studi Dear sulla Nomentana dedicati a Frizzi

In arrivo le tre mini-serie 'Lorenzo il magnifico', 'Il Nome della Rosa' e 'L'Amica geniale'. Confermato Baglioni a Sanremo. Omaggio al conduttore tv scomparso lo scorso marzo

Milano, la presentazione dei palinsesti Rai 2018/2019

Licia Colò: "Basta con le polemiche, felice di tornare in Rai"

Dal 24 settembre condurrà il nuovo programma 'Niagara - Quando la natura fa spettacolo' su Rai 2