Martedì 14 Febbraio 2017 - 14:15

Samsung: Mai pagato mazzette alla presidente sudcoreana

Presentata una seconda richiesta di arresto per Jay Y. Lee, vice presidente del gruppo

Samsung: Non abbiamo mai pagato mazzette alla presidente sudcoreana

Samsung ha dichiarato di non aver mai pagato mazzette alla presidente sudcoreana Park Geun-hye o tentato di ottenere da essa favori illeciti. La procura di Seul ha fatto sapere oggi di aver presentato una seconda richiesta di arresto per Jay Y. Lee, vice presidente di Samsung e suo leader de facto. Ciò per accuse tra cui quella di corruzione, nell'ambito dello scandalo che ha portato alla sospensione con procedura di impeachment della presidente.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Brexit

Brexit, allarme Ue sul negoziato: "Prepariamoci a ogni eventualità"

È l'avvertimento lanciato dalla Commissione Ue agli Stati membri

Amesbury incident

Spia russa, identificati i responsabili dell'attacco a Skripal

Sarebbero i presunti colpevoli dell'attacco con l'agente nervino Novichok individuati "attraverso le telecamere di sorveglianza"

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"