Sabato 12 Novembre 2016 - 16:30

Salvini a Firenze per il No. Maroni: Avanti con il Matteo giusto

Iniziata la manifestazione #iovotoNo del leader leghista

Salvini a Firenze per il No. Maroni: Avanti il Matteo giusto

"Siamo in tanti, mai in troppi. Oggi non ci saranno parole scontate. Non abbiamo chiamato cantanti perché abbiamo visto che fine hanno fatto in America i vari Bruce Springsteen, Madonna, Bon Jovi, Al Pacino e sfigati vari. Noi ci presentiamo da soli". Così il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, ha dato il via alla manifestazione #iovotoNo in corso a Firenze.  "Ora sul palco salgono due grandi sindache che lavorano benissimo. E per essere brave sindache, cara Boldrini, non servono le quote rosa, la 'o' oppure la 'a' finale. Quelle servono solo per quella poveretta che è presidente della Camera. Sono state elette in quanto persone in gamba, non in quanto donne" ha aggiunto.

A lanciare un futuro da premier per il leghista è il governatore lombardo Maroni: "Se vince il NO Renzi deve andare a casa. Non c'è possibilità di trucchi e inciuci o di governo di scopo. Ci vuole il metodo Trump, uno tsunami che mandi a casa chi usurpa il potere. Via il Matteo sbagliato, venga il Matteo giusto: Salvini". Così Maroni dal palco di Santa Croce a Firenze, per la manifestazione #iovotoNo.

PARISI: LA RISPOSTA NON E' SALVINI.  "Ora è il momento. Altrimenti l'alternativa arriverà tra poco e sarà o Renzi o Grillo. O si cambia passo o siamo morti. E la risposta non è Salvini e non sono le ruspe ma la nostra capacità di dare soluzioni al Paese". Così Stefano Parisi alla convention a Padova rispondendo ai microfoni di Rainews 24. "Ora dobbiamo candidarci alla guida del Paese, dare risposte, chiarire cosa facciamo - aggiunge - noi non siamo quella roba che è a Firenze oggi". 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pd, bersaniani non parteciperanno a direzione. Lo sfogo di Letta: Non può finire così

Pd, bersaniani non partecipano a direzione. E Letta si sfoga: Non può finire così

Il ministro Orlando prova a mediare: "Se può evitare scissione, mi candido"

Enrico Lucci: Mi candido a segreteria Pd, manderò dirigenti in Siberia

Lucci: Mi candido a segreteria Pd, manderò dirigenti in Siberia

Vestito da Stalin, con baffo e colbacco, all'assemblea del Pd

Stadio Roma, Grillo: Prima sentiamo popolazione interessata

Stadio Roma, Grillo: Se si farà, sara sentita la popolazione

"Insieme a loro faremo costruire delle cose, se le costruiremo, straordinarie con le nuove tecnologie"

Stadio Roma, Grillo: Ci sono problematiche che saranno discusse con Raggi

Stadio Roma, Grillo: Ci sono problematiche che saranno discusse con Raggi

Si è rivolto a Renzi: "Resta, siamo sul baratro e ci serve una spintarella"