Mercoledì 20 Dicembre 2017 - 09:15

Salvini a Di Maio: "Referendum sull'euro? Una sciocchezza"

Il leader della Lega esclude una coalizione con il M5S: "No ad un 'governo Spelacchio'"

"Il referendum sull'euro è una sciocchezza anche perché non è previsto dalla Costituzione". Matteo Salvini, intervistato a Circo Massimo, su Radio Capital, 'punge' il candidato premier M5S Luigi Di Maio, che lunedì aveva detto che in caso di referendum voterebbe a favore dell'uscita dall'euro. "L'emergenza è riattivare lavoro e produzione in Italia - aggiunge il leader della Lega - il sistema di regole europee o viene cambiato o danneggia il Paese". "Il governo Salvini metterà l'interesse degli italiani al centro", sostiene ancora Salvini aggiungendo che la sua prospettiva è far "rientrare l'Italia in Europa da protagonista".

Il leghista esclude poi una coalizione con i pentastellati. "L'unica coalizione che può avere una maggioranza superiore al 40% è quella del centro destra. Escludo una collaborazione con il governo Di Maio anche perché cambiare idea ogni tanto è segno di intelligenza ma cambiare idea ogni quarto d'ora è segno di confusione mentale".  "Questo vale per l'euro, per lo ius soli, per le regole del reddito di cittadinanza, per la tassa patrimoniale che si inventerebbero - aggiunge il leader del Carroccio - Poi basta guardare 'Spelacchio' in piazza a Roma... il modello 'Spelacchio' applicato al governo dell'Italia no".

Poi ribadisce di non volere altri governi Gentiloni. "Abbiamo già dato, basta con governi della sinistra" e "basta con altri governi Gentiloni", dice, sottolineando di aver parlato di questo argomento anche con Silvio Berlusconi.

Il leader della lega aggiunge però che vorrebbe "mantenere gli 80 euro per i redditi medio-bassi". Mentre sulla legge Fornero: "sono per l'abolizione e su questo non tratto".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio a Torino per la restituzione stipendi consiglieri

M5S, proteste sul web per parlamentarie. Si va verso proroga

Molti non sono riusciti a esprimere la loro preferenza, altri non hanno trovato il proprio nome nella lista dei papabili che correranno al proporzionale nelle elezioni del 4 marzo

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Pd, squadra governo in campo. Renzi: "No polemiche, minoranze garantite"

Il segretario dem: "La convinzione che ci siano posti sicuri è superata. Tutto è molto contendibile. Il posto sicuro in questo caso ce l'ha chi sul collegio i voti li trova"

Carlo De Benedetti ospite a "Otto e Mezzo"

De Benedetti contro tutti: "Riforma popolari segreto Pulcinella, Scalfari ingrato"

L'ingegnere parla del suo rapporto con il potere e non lesina giudizi in vista della prossime elezioni politiche

Giugliano in Campania, militari dell'esercito italiano presidiano la 'Terra Dei Fuochi'

Ok Camera a missioni internazionali: 870 militari in partenza

Quattrocento verranno mandati in Libia, 470 in Niger. Forza Italia e Fratelli d'Italia votano a favore