Martedì 19 Gennaio 2016 - 13:45

Salone Libro 2016: focus su cultura e letteratura araba

Hanno già confermato la loro presenza il direttore del Museo del Bardo di Tunisi, Moncef Ben Moussa, e il poeta siriano-libanese Adonis

Presentazione della 29/a edizione del Salone del Libro

Nell'edizione 2016 del Salone del Libro al posto del Paese ospite d'onore arriva una nuova formula che offre un focus allargato e traversale su realtà culturali che superano le rigide divisioni degli Stati nazionali. A criteri puramente geopolitici subentrano più ampi criteri geoculturali. È il caso della letteratura e della cultura araba, che dal Marocco all'Iraq offre un quadro quanto mai mosso e variegato, che ci aiuta a capire l'anima profonda e segreta di Paesi.
Il Salone ha l'ambizione di mettere insieme le voci utili a compilare una sorta di 'vocabolario dell'arabo nuovo', che parta da una lettura critica della storia che abbiamo alle spalle. In questo compito Il Salone si avvale della competenza e della passione di un nutrito gruppo di arabisti italiani e internazionali, che fanno capo a Paola Caridi e a Lucia Sorbera dell'Università di Sidney, con il concorso attivo di giovani studiosi torinesi.

Hanno già confermato la loro presenza il direttore del Museo del Bardo di Tunisi, Moncef Ben Moussa; il poeta siriano-libanese Adonis, considerato l'autore più significativo della lirica in lingua araba, ma anche lucido osservatore delle derive dell'Islam radicale; il narratore algerino Yasmina Khadra (nome d'arte di Mohamed Moulessehoul), che nel suo ultimo libro ha ricostruito le ultime ore di Gheddafi.

Anche l'edizione 2016 sarà ricca di ricorrenze. I 70 anni della fondazione della Repubblica italiana offrono l'occasione di tracciare un bilancio di questa nuova fase della vita unitaria mentre in campo letterario, ricorrono i 500 anni della prima pubblicazione dell'Orlando furioso, un poema che ha goduto di una fortuna ininterrotta e ha ispirato un'amplissima produzione figurativa in tutta Italia. Due tra i massimi autori delle letterature europee, Miguel de Cervantes e William Shakespeare, sono morti a distanza di un giorno nell'aprile 1616: verranno ricordati con cicli di letture, incontri e dibattiti.
Ricorrono anche i cento anni della prematura scomparsa di Guido Gozzano, l'indimenticato poeta delle care cose di pessimo gusto, tra malinconia e ironico distacco, e della nascita di Natalia Ginzburg.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pippa Middleton

Pippa Middleton vittima di un hacker: violato il suo iCloud

Una persona avrebbe cercato di vendere alcune foto private della famiglia reale ai tabloid inglesi

Roma, appare in foto di inizio '900: caccia al villino fantasma

Roma, appare in foto di inizio '900: caccia al villino fantasma

Si tratterebbe dell'unico esempio nella capitale di liberty

Salone del Libro, rottura Torino-Milano, Franceschini: Occasione persa

Salone Libro, rottura Torino-Milano, Franceschini: Occasione persa

"Ci troveremo quindi con due saloni a cento chilometri di distanza l'uno dall'altro che si faranno una concorrenza spietata" sottolinea il ministro

Scelta la Giuria che eleggerà il vincitore del Premio Cairo

Scelta la Giuria che eleggerà il vincitore del Premio Cairo

A presiederla sarà Patrizia Sandretto Re Rebaudengo. I lavori saranno presentati in una mostra a Palazzo Reale a Milano