Martedì 01 Marzo 2016 - 14:45

Salone del gusto, Petrini: Ci apriamo a città, cambiamento audace

Terra Madre-Salone del gusto, dal 22 al 26 settembre, per la prima volta evento diffuso per le piazze di Torino

Il fondatore e presidente di Slow Food Carlo Petrini

"Il Salone del gusto compie 20 anni e Terra Madre arriva alla settima edizione. Dopo 20 anni di lavoro,  di crescita del movimento e della manifestazione cambiamo formula: usciamo dalla sede del Lingotto per aprirci alla città". Lo ha detto il fondatore e presidente di Slow Food Carlo Petrini presentando l'edizione di Terra Madre-Salone del gusto 2016, in programma dal 22 al 26 settembre a Torino. "Alcuni hanno visto in questa scelta un atteggiamento polemico - aggiunge -, ma dopo 20 anni il cambiamento fa bene alla salute. In questi 20 anni è cambiata anche Torino, che prende sempre più al cuore italiani e turisti, e per questo penso che lavorare in questo sistema di parchi, di vie, di piazze è stata una scelta giusta. Audace certo, ma tutta la città ci ha mostrato simpatia".

Petrini si è detto "rincuorato dall'amore dei torinesi e dei piemontesi" e ha aggiunto: "Ce l'avessero detto quando è partito il salone tutto quello che è successo in questi 20 anni... Migliaia di comunità si stanno preparando per venire a Torino. Lo scorso mese ero a Berkeley e poi a San Francisco, in California, dove ho considerato che le comunità del cibo che 20 anni fa non esistevano si stanno realizzando oggi con una varietà inimmaginabile". Petrini ha poi ringraziato le istituzioni ma anche i tanti volontari che ogni anno accolgono nelle loro case i delegati Slow Food provenienti da ogni parte del mondo, con i quali i piemontesi "hanno stabilito consolidati rapporti di amicizia. E l'umanità di Terra Madre parla di Torino e del Piemonte con gioia. In molte città questa ospitalità ha cambiato il modo di intendere la manifestazione perché nei paesi si organizzano incontri, feste e si ha modo di capire quanto la cultura contadina piemontese sia radicata in queste comunità. Voler bene alla terra significa voler bene a chi la terra la abita e la vive. Siamo gente che si apre poco, ma nonostante il carattere un po' chiuso dimostriamo di avere virtù straordinarie, gente che non ostenta l'ospitalità ma quando apre le case diventa strepitosa".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

La Torino bene trema: riaperto un caso di oltre 40 anni fa

In esclusiva su 'Giallo' le nuove rivelazioni sull'omicidio dell'allora 25enne Martine Beauregard

Asti, litigio finisce in tragedia: marito uccide la moglie a coltellate

Asti, litigio finisce in tragedia: marito uccide la moglie a coltellate

E' stato lui stesso a presentarsi in caserma dai carabinieri

Appendino accoglie la delegazione di Chambéry: 60 anni di gemellaggio con Torino

Nel pomeriggio la sindaca ha anche visitato il supermercato appena inaugurato al quartiere Vallette