Sabato 24 Giugno 2017 - 21:00

Guida sotto effetto di droghe: attore Diele uccide una donna

L'attore, volto della serie '1992' e del film 'Acab', è stato arrestato a Eboli

Salerno, Diele investe e uccide donna: arrestato

Guidava sotto l'effetto di hashish e cocaina l'attore Domenico Diele, arrestato dalla polzia per omicidio stradale aggravato dopo aver investito e ucciso una donna di 48 anni. L'incidente è avvenuto verso le 2 della scorsa notte nel salernitano, all'altezza dell'uscita autostradale di Montecrovino Pugliano. Il volto della serie '1992' e del film 'Acab' , risultato positivo al test, si trova ora al carcere di Forni.

Nella notte Diele, spiega la polizia di Stato, guidava con patente sospesa: all'attore, 32 anni di origine senese, era stato ritirato il documento sempre per uso di droga nel dicembre 2016. Secondo quanto riferisce la questura di Salerno i problemi tra uso di sostanze stupefacenti e guida iniziano nel 2009, anno in cui le forze dell'ordine sospendono per la prima volta la pantente a Diele. Successivamente l'attore si sottopone a costanti e obbligatorie visite collegiali. E quando a fine dello scorso anno le analisi rivelano di ancora tracce di droga nel sangue la polizia gli ritira nuovamente la patente. La vittima è Ilaria Dilillo, 48 anni: la salma è stata riconsegnata ai familiari dopo l'esame di rito effettuato dal medico legale. Al momento dell'impatto la donna era alla guida di un motorino, Diele di un'automobile e viaggiava verso Roma.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Marcello Forte visita la Casa Internazionale delle Donne a via della Lungara

Casa internazionale delle donne, Marcello Fonte: "Spazi come questo vanno difesi"

Il miglior attore a Cannes, insieme alle colleghe Trinca e Filippi, in supporto delle femministe a rischio sfratto dal Comune capitolino

Formigoni in tribunale

Caso Maugeri, accusa chiede condanna a 7 anni e 6 mesi per Formigoni

In primo grado l'ex governatore lombardo era stato condannato a 6 anni per corruzione

Farah è tornata in Italia, Alfano: "Adesso è in un luogo sicuro"

I genitori avevano condotto la ragazza pakistana a Islamabad per costringerla ad abortire