Giovedì 29 Settembre 2016 - 23:45

De Luca assolto con altri 41 imputati: Non sono impresentabile

Il governatore campano ed ex sindaco di Salerno, a processo per la vicenda Sea Park, dopo la sentenza attacca Rosy Bindi

Salerno, De Luca assolto con altri 41 imputati: Non sono impresentabile

"Processo Sea Park: assoluzione piena dopo 18 anni". L'ex sindaco di Salerno e attuale governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha commentato sul suo profilo Facebook la sentenza del tribunale salernitano che lo ha sollevato, insieme ad altre 41 persone, dalle imputazioni di falso e abuso d'ufficio per presunte irregolarità nella costruzione di un parco acquatico nella città campana. "Esprimo piena soddisfazione e rispetto per la magistratura", che lo ha assolto con formula piena perché il fatto non sussiste, ha aggiunto De Luca. "Era questa la vicenda per cui un'avventurosa parlamentare ci aveva presentato come 'impresentabili'", ha attaccato De Luca riferendosi a Rosy Bindi, "oggi ci presentiamo a testa alta. Noi".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Letta: L'unico leader rivoluzionario in Italia è Papa Francesco

Letta: L'unico leader rivoluzionario in Italia è Papa Francesco

"E' il primo papa non europeo della storia ma è quello che più di tutti sta dicendo agli europei di non disgregarsi"

Poletti: Calcetto? Lo studio è importante ma anche la vita sociale

Poletti: Calcetto? Lo studio è importante ma anche la vita sociale

Il ministro torna sulla frase 'incriminata' che ha scatenato polemiche nei giorni scorsi

Vertice Ppe a Malta, Berlusconi: Io in campo argine al populismo

Vertice Ppe a Malta, Berlusconi: Io in campo argine al populismo

E sulla Brexit: "E' un grande dolore per noi ma rispettiamo il volere degli inglesi"

Grasso: Su terrorismo irresponsabili strumentalizzazioni per fini elettorali

Grasso: Su terrorismo irresponsabili strumentalizzazioni per fini elettorali

"Ponderare collettivamente le politiche pubbliche comuni ai nostri Paesi sia la via da perseguire per difendere insieme le nostre civiltà, i diritti, la democrazia e la stabilità geopolitica del pianeta"