Giovedì 31 Agosto 2017 - 18:30

Usa ordinano a Russia di chiudere consolato a San Francisco

La misura arriva in risposta alla decisione del Cremlino di ridurre il numero di diplomatici americani nel Paese

Sale tensione Usa-Russia: Washington ordina a Mosca di chiudere consolato San Francisco

Sale la tensione tra Washington e Mosca. Gli Stati Uniti hanno ordinato al governo russo di chiudere il suo consolato a San Francisco e altre strutture entro il 2 settembre. A renderlo noto il dipartimento di Stato americano. Il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, ha comunicato al segretario di Stato statunitense, Rex Tillerson, che Mosca studierà la richiesta degli Usa prima di rispondere. 

La misura è una risposta alla decisione del Cremlino di ridurre il numero di diplomatici americani in Russia. Lo scorso mese Mosca aveva infatti ordinato che gli Usa riducessero la loro missione diplomatica e di staff tecnico di oltre la metà entro il 1 settembre, espellendone 755 e passando a 455 persone, dopo che il Congresso aveva approvato nuove sanzioni nei confronti della Russia. "In nome della parità invocata dai russi, chiediamo al governo russo di chiudere il suo consolato generale a San Francisco, un edificio diplomatico aggiuntivo a Washington DC e un edificio consolare a New York City", ha dichiarato la portavoce del dipartimento di Stato, Heather Nauert.

 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Messico blocca la vendita della Barbie-Frida Kahlo

Il giudice ha dato ragione alla famiglia dell'artista, che rivendicava di essere l'unica proprietaria dei diritti di immagine

PALESTINIAN-ISRAEL-GAZA-CONFLICT

Gaza, quattro palestinesi uccisi da spari Israele: sono 38 dal 30 marzo

Nuove vittime nel quarto venerdì consecutivo di mobilitazione massiccia al confine

FILES-US-BRITAIN-RUSSIA-ESPIONAGE-HISTORY

Usa, Putin disse a Trump: "Abbiamo le prostitute più belle del mondo"

È solo una delle frasi contenute nei memo dell'allora direttore dell'Fbi James Comey

Il mea culpa dell'Eta: "Ci scusiamo per il dolore causato"

Il gruppo separatista dei Paesi Baschi si dichiara pentito e chiede perdono alle vittime