Lunedì 27 Marzo 2017 - 07:30

Arresti attivisti in Russia, Navalny condannato a pagare

Ieri fermate a Mosca 500 persone durante il corteo anti corruzione. Fra loro anche il leader dell'opposizione Navalny

Russia, proteste a Mosca

Ieri almeno 500 persone sono state fermate a Mosca, tra queste anche il leader dell'opposizione Alexéi Navalny, incriminato per aver violato il codice amministrativo che regola le procedure per l'organizzazione di manifestazioni e cortei.  Un tribunale russo ha condannato il leader dell'opposizione a pagare 20mila rubli (circa 325 euro) per il suo ruolo nell'organizzazione di quella che le autorità hanno definito una protesta illegale a Mosca. Lo stesso tribunale dovrà decidere oggi su un'altra accusa contro di lui, secondo cui avrebbe disobbedito agli ordini della polizia.

La maggior parte delle proteste di ieri non erano state autorizzate dalle autorità russe (almeno 72 su 99), come quella nella capitale e a San Pietroburgo, seconda città del paese. Anzi, il Cremlino aveva fatto sapere venerdì che la protesta nel centro di Mosca sarebbe stata vista come una "provocazione illegale".

LEGGI ANCHE Russia, Navalny condannato a pagare 20mila rubli per ruolo proteste

Il governo degli Stati Uniti condanna l'arresto di "centinaia di manifestanti pacifici" in Russia. Gli arresti sono avvenuti nel corso della giornata nazionale di protesta contro la corruzione. "Gli Stati Uniti condannano con forza l'arresto di centinaia di manifestanti pacifici domenica in Russia", ha scritto in una nota il portavoce del Dipartimento di Stato Mark Toner. "Siamo preoccupati - ha aggiunto - dall'arresto di Alexéi Navalny, così come per i raid della polizia fra gli organizzatori della manifestazione contro la corruzione". "Detenere manifestanti pacifici, osservatori dei diritti umani e giornalisti è un affronto ai valori democratici fondamentali", ha concluso Toner. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco all'Angelus domenicale

Terrorismo, Papa: Dio liberi mondo da violenza disumana

Papa Francesco torna a far sentire la sua voce contro gli attacchi terroristici degli ultimi giorni

Barcellona, omaggio alle vittime dell'attacco terroristico

Barcellona, messa per le vittime alla Sagrada Familia. E la polizia cerca l'ultimo attentatore

Messa concelebrata dall'arcivescovo e dal cardinale di Barcellona, Joan Josep Omella, insieme a vescovo ausiliare Sebastià Taltavull

Bangladesh's Prime Minister Sheikh Hasina, attends the annual meeting of the World Economic Forum (WEF) in Davos

Bangladesh, 10 condanne a morte per tentato omicidio leader Hasina

Nel 2000 avevano fatto esplodere una bomba da 75 kg

Attacco ad un mezzo militare a Parigi

Francia, presunta sparatoria a Nimes: evacuata la stazione

I media francesi danno notizia di tre uomini arrestati dalla polizia dopo una sparatoria, ma per la prefettura non ci sarebbero stati colpi di arma da fuoco