Giovedì 26 Maggio 2016 - 12:30

Russia, niente incontro tra Putin ed Elton John su diritti gay

I due si sarebbero dovuti vedere a Mosca dove la pop star tiene un concerto

Russia, niente incontro tra Putin ed Elton John su diritti dei gay

Niente incontro tra Vladimir Putin ed Elton John, almeno per questo mese. Lo fa sapere il Cremlino, spiegando che non ci sarà un faccia a faccia tra il presidente russo e la pop star, che è a Mosca per un concerto il 30 maggio, perché non è stato trovato un momento adeguato nelle agende dei due. Ciò non esclude, precisa il Cremlino, che l'incontro non "possa avvenire la prossima volta". Putin aveva telefonato a Elton John a settembre, dicendosi pronto a vederlo, per parlare dei diritti degli omosessuali in Russia. "Siamo stati in contatto con lui un paio di settimane fa, perché eravamo d'accordo che, se le loro agende lo avessero permesso, l'incontro avrebbe avuto luogo. Il presidente Putin si era detto pronto. Ma questa volta, sfortunatamente, non ci sarà", ha precisato il protavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, in una conferenza stampa con i giornalisti.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Pentagono ammette l'esistenza di un programma per cercare gli Ufo

Da anni il programma 'segreto' indaga sulle segnalazioni di oggetti volanti non identificati

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, l'Onu lavora a bozza di risoluzione contro la mossa di Trump

Nel testo si evidenzia che qualsiasi decisione sullo status della città non ha alcun effetto legale

Sanità, Trump vieta la parole "transgender", "feto", "diritti" e "basato sulla scienza"

L'ordine riguarda i documenti ufficiali di bilancio del Center of Disease Control. Sette i termini cancellati. Imbarazzo e perplessità

AUT, 24. OSZE Ministerrat

Austria, Strache al governo con Kurz. Ministeri chiave a estrema destra

Il presidente austriaco ha dato luce verde alla formazione del nuovo esecutivo con la coalizione tra il Partito popolare (Övp) e gli ultranazionalisti del Partito liberale (FpÖ)