Giovedì 17 Novembre 2016 - 10:00

Russia dichiara guerra a Linkedin: avviato blocco del sito

Scontro tra la compagnia e l'agenzia per la supervisione delle comunicazioni

Russia dichiara guerra a Linkedin: avviato blocco del sito

La Russia dichiara guerra a Linkedin. L'agenzia federale russa per la supervisione delle comunicazioni Roskomnadzor ha fatto sapere di aver inviato una richiesta ai provider Internet perché blocchino il sito web Linkedin, social network di contatti professionali. Ha precisato di applicare la decisione di un tribunale russo, che ha respinto una richiesta di Linkedin.

Questa è stata la prima compagnia straniera a scontrarsi pubblicamente con Roskomnadzor sulla legge che impone alle compagnie estere e locali di conservare i dati personali degli utenti russi all'interno dei confini del Paese, dal settembre 2015.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

La Proactiva Open Arms in azione al largo della Libia

Open Arms: "Nessuna denuncia contro l'Italia". La Libia respinge le accuse

Per l'ong la guardia costiera libica è colpevole di omissione di soccorso e omicidio colposo in relazione alla morte di due migranti. Tripoli nega: "Solo calunnie"

Foto diffusa dal profilo Instagram di Kensington Palace - Credit: Matt Porteus

Il principe George compie 5 anni: tanti auguri al royal baby più amato

Pioggia di messaggi affettuosi sui social. E in dono arriva anche una moneta commemorativa

Usa, barricato nel market di Hollywood uccide una donna: bloccato

Prima ha sparato alla nonna e alla fidanzata: durante la fuga si è rifugiato nel supermercato prendendo in ostaggio diverse persone. Alla fine si è arreso

TOPSHOT-LIBYA-EU-MIGRANTS-RESCUE

Migranti, Open Arms accusa Libia e Italia. Viminale: "Bugie, li denunciamo"

La nave sbarca in Spagna con a bordo i cadaveri della donna e del bimbo recuperati a largo delle coste della Libia e Josepha, unica sopravvissuta al naufragio