Martedì 03 Luglio 2018 - 15:00

Russia 2018, un gol alla Svizzera. La Svezia ai quarti di finale

A Ekaterinenburg vincono i nordici con un gol di Forsberg (complice una deviazione). Nei quarti avranno una tra Inghilterra e Colombia

Mondiali 2018, Svezia vs Svizzera

Una rete di Forsberg e la Svezia vola ai quarti di finale del Mondiale, facendo sognare un popolo intero sulle orme dello storico terzo posto a Usa 1994. Gli scandinavi superano 1-0 la Svizzera al termine di una gara bloccata, con pochi sussulti, risolta dal giocatore con più classe complice la decisiva deviazione di Akanji. Il successo dell'undici di Andersson parte però da lontano: la squadra gialloblù ha mostrato ancora una volta una grande organizzazione tattica in campo (pagata a caro prezzo anche dall'Italia), concedendo pochissimo all'avversario e dimostrando che il primo posto del girone con la Germania non era stato affatto un fuoco di paglia.

Una vittoria ottenuta con merito, perché nel primo tempo la Svizzera aveva già rischiato di andar sotto (parata super di Sommer su Berg e gol divorato da Ekdal) e nella ripresa non è riuscita ad arginare il muro svedese, nonostante il forcing finale. Gli elvetici si fermano così ancora una volta agli ottavi come nel 1994, 2006 e 2014.

Petkovic opta per una mini rivoluzione, soprattutto in difesa, dove Djourou e Lang sostituiscono gli squalificati Schar e Lichtsteiner. Sulla tre quarti Zuber viene preferito a Embolo, mentre l'unica punta è Drmic, che dopo la rete con la Costa Rica vince il ballottaggio con Gavranovic e Seferovic. Dalla parte opposta una sola variazione nel consueto 4-4-2 schierato da Andersson, con Svensson che prende il posto di Larsson, out per squalifica.

Mondiali 2018, Svezia vs Svizzera

Ci si aspetta una Svizzera con in mano il pallino del gioco e una Svezia compatta e organizzata dietro e pronta a ripartire, invece dai blocchi di partenza escono meglio gli scandinavi, complice una retroguardia elvetica che fatica a registrarsi. All'8' Berg riceve palla in area sulla destra ma colpisce malissimo al volo mandando alle stelle. Un minuto più tardi rinvio sbilenco di Sommer, Berg ne approfitta ma viene murato al momento di calciare a rete, la palla finisce a Ekdal che non ci pensa due volte ma spara alto sopra la traversa da fuori area.

I gialloblù premono e poco prima della mezz'ora Sommer salva i suoi con un intervento super a mano aperta sulla girata, questa volta precisa, di Berg. Dopo mezz'ora di sofferenza la Svizzera prende ritmo e risponde al 34' con una conclusione dalla distanza senza troppe pretese di Xhaka ma soprattutto al 38' con Dzemaili, che dopo un pregevole scambio con Zuber scarica alto non di molto. Dietro però l'undici di Petkovic soffre la fisicità degli svedesi e gli inserimenti dalle retrovie, ma Ekdal sciupa malamente da due passi, tutto solo in area, sul cross perfetto dalla destra di Lustig.

Nella ripresa la partita se possibile è ancora più bloccata. La Svizzera sembra aver trovato le contromisure allo scolastico ma efficace 4-4-2 svedese, ma davanti non riesce a superare il muro eretto da Granqvist e compagni. Per spezzare l'equilibrio serve un episodio fortuito, che arriva al 21'. Forsberg riceve palla dal limite, con un dribbling si libera per il tiro e calcia verso la porta: la deviazione di Akanji spiazza Sommer che viene battuto.

Petkovic ribalta subito l'undici in campo: fuori Zuber e Dzemaili, dentro Embolo e Seferovic per una Svizzera a trazione anteriore. Proprio il numero 7 con un paio di accelerazioni fa tremare la retroguardia della Svezia, che scricchiola per davvero la prima volta al 35' sul colpo di testa dello stesso Embolo sugli sviluppi di un calcio d'angolo, respinto sulla linea da Forsberg, con Olsen comunque sulla traiettoria. La Svizzera preme nel finale ma produce solo un colpo di testa di Seferovic bloccato dal portiere della Svezia, che nel recupero si ritrova anche in superiorità numerica per l'espulsione per fallo da ultimo uomo di Lang su Olsson lanciato a rete. Skomina prima concede il penalty, poi torna sui suoi passi dopo aver visto l'episodio al Var e si limita a una punizione. La sostanza però non cambia: la Svezia accede ai quarti, dove attende la vincente di Colombia-Inghilterra. Svizzera fuori dopo una brutta prestazione.

Mondiali 2018, Svezia vs Svizzera

SVEZIA-SVIZZERA 1-0

Rete: 66' Forsberg (Sve)

Svezia (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Svensson, Ekdal, Forsberg; Berg, Toivonen. CT: Andersson.

Svizzera (4-2-3-1): Sommer; Lang, Djourou, Akanji, Rodriguez; Behrami, Xhaka; Shaqiri, Dzemaili, Zuber; Drmic. CT: Petkovic.

Arbitro: Skomina Damir (Svn)
Assistenti: Praprotnik Jure, Vukan Robert

CRONACA

95' Tita Toivonen. Para Sommer. Partita finita. La Svezia ai quarti!!!
93' Skimina toglie il rigore, ma la partita è ormai finita. Si batterà la punizione e basta. Confermato il rosso a Lang
93' Rigore per la Svezia. Se ne va Olson in un contropiede micidiale. Lang lo tocca  e viene espulso. Il Var deve valuttare. Il contatto sembra fuori area. Skomina dovrebbe annullare il rigore
91' Cross di Rodriguez, testa di Seferovic, para Olsen. Occasion e Svizzera
90' Tre minuti di recupero
89' Nella Svezia esce Berg, entra Thelin
87' Angollo per la Svezia che prova a restare lì
86' La Svizzera attacca a tutta, ma i lunghi svedesi le prendono tutte. Difficle passare
81' Doppio cambio per la Svezia: fuori Forsberg per Olsson e Lustig per Krafth
79' Forsberg si affianca a Olsen e respinge il tiro di Embolo
73'Cambio per la Svizzera: esce Zuber, entra Embolo72' Cambio per la Svizzera: dentro Seferovic, fuori Dzemaili
66' Gol della Svezia! Il tiro da fuori area è di Forsberg, ma è il piede del difensore Akanji a buttarla dentro spiazzando Sommer
60' Skomina mostra il cartellino giallo anche a Behrami, che tenta un tackle scomposto. Salterà la prossima partita
49' Doppio dribbling di Forsberg che prosegue dritto verso la porta avversaria per poi crossare verso il centro. Una serie di rimpalli favorisce Toivonen, ma il pallone finisce alto sulla traversa

Finisce il primo tempo allo stadio San Pietroburgo. La Svizzera ragiona di più, forse troppo, e la Svezia d'istinto crea le occasioni da gol migliori. Alla squadra di Andersson, però, servono più grinta e precisione davanti alla porta. Gli svedesi fanno bene a non abbassare la guardia, soprattutto sulla destra, dove gli avversari finora hanno trovato più spazi. 

40' Si divora una gigantesca occasione da gol Ekdal: la colpisce di piatto a pochi metri dalla porta e la manda alta sulla traversa
38' Zuber dal fondo finge di guardare al centro, poi serve un assist perfetto indietro verso Dzemaili. Il centrocampista sbaglia mira
33' Xhaka carica il sinistro dalla distanza, la palla finisce fuori sulla destra
31' Primo giallo del match, l'arbitro Skomina punisce col cartellino Lustig per una trattenuta. Lo svedese salterà la prossima partita
27' Strepitosa parata di Sommer che nega a Berg la gioia del gol del vantaggio
24' Ancora la Svizzera con Zuber, che stacca di testa ma la butta alta sulla traversa
14' Shaqiri crossa in direzione di Drmic, ma la palla è troppo alta e il compagno non riesce a spizzarla
8' Due occasioni sprecate dalla Svezia: Berg è impreciso davanti alla porta, poi l'errore clamoroso di Ekdal che sbaglia mira dal limite dell'area
1' Ci prova Shaqiri da lontano, niente paura per Olsen
Partiti, la prima palla la gioca la Svizzera

Loading the player...
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Russia 2018, da Pogba a Mbappé: la Francia dei giovani può segnare un'epoca

L'età media dei vari Benjamin Pavard, Raphael Varane, Samuel Umtiti e Lucas Hernandez è di appena 23 anni

FBL-WC-2018-MATCH64-FRA-CRO

Mondiali 2018, le pagelle di Francia-Croazia 4-2: Pogba e Mbappé fenomeni

I giudizi sulle performance della finale di Russia 2018

Russia 2018 - Coppa del Mondo FIFA - Francia vs Croazia - Finale - Stadio Luzniki di Mosca

Mondiali 2018, top e flop: da Modric e Mbappé al disastro Germania

I momenti da ricordare di un mese di grande calcio e spettacolo in Russia

La nazionale francese è campione del mondo 2018

Alla Francia il mondiale di Russia: Griezmann e i genietti stroncano la Croazia: 4-2

Campioni del mondo per la seconda volta nella storia. ​Onore alla Croazia