Lunedì 09 Maggio 2016 - 14:15

Ruby ter, olgettina: Prendevo più soldi dal Cav prima del processo

Questa la tesi difensiva di Iris Berardi, a processo insieme a Silvio Berlusconi e altre 22 persone

Ruby ter, olgettina: Prendevo più soldi dal Cav prima di processo

La 'olgettina' Iris Berardi, a processo insieme a Silvio Berlusconi e altre 22 persone per il caso 'Ruby ter', percepiva più soldi dall'ex premier prima, quando non era testimone dei processi sulle feste di Arcore,. È questa la tesi che l'avvocato Andrea Buondonno ha sostenuto davanti al gup di Milano Laura Marchiondelli nel corso dell'udienza preliminare, che oggi è stata dedicata agli interventi delle difese di alcune ragazze ospiti delle feste dell'ex presidente del Consiglio e che ora sono accusate di falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari. Secondo il legale, infatti, la modella brasiliana percepiva 5.500 euro al mese quando non era ancora iniziato il Rubygate e una media di 4.900 euro al mese dopo gli scandali. Oltre al legale della Berardi, hanno parlato anche i difensori di altre cinque ragazze, tra cui Alessandra Sorcinelli e Marysthelle Polanco, che hanno spiegato al giudice che gli "stipendi" ricevuti da Berlusconi non erano il prezzo della corruzione, ma solo "liberalità".

Il legale di Iris Beraradi, in particolare, ha sottolineato che la ragazza tra il 2010 e il novembre 2011, prima di assumere la qualifica di testimone nei processi sul caso Ruby, ha percepito in totale 123mila euro, in pratica "quasi 5.500 euro al mese" dall'ex Cavaliere. Quando è diventata testimone, invece, "ha ricevuto meno soldi, circa 4.900 euro al mese di media - ha stimato il legale -, quindi, carte alla mano, come si può dire che si sia trattato di corruzione?". Per il procuratore Pietro Forno e per i pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, invece, Berlusconi avrebbe comprato con "oltre 10 milioni di euro" in totale il silenzio o la reticenza di Ruby e delle altre ragazze che hanno testimoniato nei processi del Rubygate.

L'udienza preliminare proseguirà il prossimo 27 maggio, data in cui prenderà la parola, tra gli altri, l'avvocato Paola Boccardi, difensore di Ruby. Il 20 giugno, invece, parlerà la difesa di Berlusconi, data in cui potrebbe arrivare anche la decisione del gup.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Piacenza, uccide la moglie a coltellate davanti al figlio 17enne

Il ragazzo ha chiamato la polizia. L'uomo ha provato a fuggire, poi si è costituito

Arresto latitante evaso da Rebibbia

Evaso a rischio radicalizzazione catturato: fuga in treno, tappa a Bologna

Fuggito da Milano, ha attraversato lo Stivale in treno. Preso a Palermo

La festa degli indiani Sikh a Brescia

Milano, nozze combinate in Bangladesh a 10 anni: mamma la salva

Il matrimonio organizzato dal padre tra la figlia e un 22enne. Ma la madre ha strappato i passaporti e denunciato il marito

migranti tratti in soccorso dalla MV Aquarius di MSF al largo della Libia

Migranti, bimbo nato a bordo nave Aquarius: si chiama 'Miracolo'

Il piccolo è venuto alla luce sull'imbarcazione di ricerca e soccorso gestita da Medici Senza Frontiere e Sos Mediterranee. Lui e la mamma stanno bene