Lunedì 09 Maggio 2016 - 14:15

Ruby ter, olgettina: Prendevo più soldi dal Cav prima del processo

Questa la tesi difensiva di Iris Berardi, a processo insieme a Silvio Berlusconi e altre 22 persone

Ruby ter, olgettina: Prendevo più soldi dal Cav prima di processo

La 'olgettina' Iris Berardi, a processo insieme a Silvio Berlusconi e altre 22 persone per il caso 'Ruby ter', percepiva più soldi dall'ex premier prima, quando non era testimone dei processi sulle feste di Arcore,. È questa la tesi che l'avvocato Andrea Buondonno ha sostenuto davanti al gup di Milano Laura Marchiondelli nel corso dell'udienza preliminare, che oggi è stata dedicata agli interventi delle difese di alcune ragazze ospiti delle feste dell'ex presidente del Consiglio e che ora sono accusate di falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari. Secondo il legale, infatti, la modella brasiliana percepiva 5.500 euro al mese quando non era ancora iniziato il Rubygate e una media di 4.900 euro al mese dopo gli scandali. Oltre al legale della Berardi, hanno parlato anche i difensori di altre cinque ragazze, tra cui Alessandra Sorcinelli e Marysthelle Polanco, che hanno spiegato al giudice che gli "stipendi" ricevuti da Berlusconi non erano il prezzo della corruzione, ma solo "liberalità".

Il legale di Iris Beraradi, in particolare, ha sottolineato che la ragazza tra il 2010 e il novembre 2011, prima di assumere la qualifica di testimone nei processi sul caso Ruby, ha percepito in totale 123mila euro, in pratica "quasi 5.500 euro al mese" dall'ex Cavaliere. Quando è diventata testimone, invece, "ha ricevuto meno soldi, circa 4.900 euro al mese di media - ha stimato il legale -, quindi, carte alla mano, come si può dire che si sia trattato di corruzione?". Per il procuratore Pietro Forno e per i pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, invece, Berlusconi avrebbe comprato con "oltre 10 milioni di euro" in totale il silenzio o la reticenza di Ruby e delle altre ragazze che hanno testimoniato nei processi del Rubygate.

L'udienza preliminare proseguirà il prossimo 27 maggio, data in cui prenderà la parola, tra gli altri, l'avvocato Paola Boccardi, difensore di Ruby. Il 20 giugno, invece, parlerà la difesa di Berlusconi, data in cui potrebbe arrivare anche la decisione del gup.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caserta, sei stanze della Reggia sequestrate dopo crollo intonaco

Domenica scorsa crollata una parte dell'intonaco del soffitto settecentesco, senza causare feriti

Ryanair strike

Trasporti, venerdì nero per gli aerei. Dopo Ryanair scioperi a catena

Possibili disagi per i passeggeri. Protestano le principali compagnie: da Vueling ad Alitalia

Processo omicidio Piscaglia, in aula il presunto assassino Padre Graziano

Caso Guerrina, condannato padre Gratien ma pena ridotta

In primo grado, il 24 ottobre del 2016, la Corte d'assise di Arezzo lo aveva condannato a 27 anni di reclusione. Il sacerdote: "Giustizia razzista"

FILE PHOTO: The headquarters of the European Medicines Agency (EMA), is seen in London

Ema, Lorenzin: "Se Amsterdam in ritardo verificare se assegnazione ancora valida"

Il ministro della Saluta riporta alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles