Lunedì 11 Settembre 2017 - 17:15

Ruby ter, processo slitta a gennaio. Accolta la richiesta di Berlusconi

L'udienza di oggi nel procedimento contro 23 imputati di corruzione in atti giudiziari è durata mezz'ora. Rinvio a gennaio in attesa delle decisioni su altri due processi

Serata alla discoteca Karma di Milano in compagnia di Ruby Rubacuori.

E' durata meno di mezz'ora l'udienza di questa mattina del processo Ruby ter, a carico di Silvio Berlusconi e di altre 23 persone che devono rispondere a vario titolo di corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza. L'accusa ipotizza, infatti, che Berlusconi abbia pagato le ragazze che partecipavano alle sue feste di Arcore (le famose "Olgettine") perché testimoniassero il falso.

I giudici della decima sezione penale di Milano hanno accolto un'istanza presentata dai difensori del leader di Forza Italia e hanno fissato una nuova udienza per il prossimo 29 gennaio. Rinvio che anche la Procura, nell'udienza precedente aveva sollecitato. Il Tribunale ha quindi deciso, accogliendo le richieste delle parti, di attendere le decisioni sul rinvio a giudizio o meno dell'ex Cavaliere e altre giovani ospiti delle serate ad Arcore in due procedimenti "strettamente connessi" e i cui atti sono tornati per competenza territoriale da Monza, Treviso e Pescara a Milano.

Il prossimo 27 novembre davanti al gup di Milano Maria Vicidomini si terrà l'udienza preliminare del filone del processo Ruby ter a carico di Silvio Berlusconi e tre 'olgettine', Aris Espinosa, Elisa Toti e Giovanna Rigato. Filone che riguarda i quasi 400 mila euro di pagamenti che le ragazze avrebbero ricevuto fino all'ottobre 2016 in cambio, a quanto ricostruito dall'accusa, delle loro testimonianze favorevoli ai processi del 'Rubygate' e del loro silenzio sulle serate a luci rosse a Arcore. Il fascicolo era stato prima trasferito a Monza e Treviso e poi è tornato a Milano per competenza territoriale. Per la Procura, che ha chiuso questa tranche d'indagine nel marzo scorso, la presunta corruzione in atti giudiziari sarebbe avvenuta a Milano e per questo i pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio hanno chiesto e ottenuto al restituzione degli atti dalle Procure di Monza e Treviso, a cui erano stati recapitati.

Lo scorso 13 luglio il gup di Pescara ha trasmesso a Milano anche gli atti relativi alle posizioni di Berlusconi e di Miriam Loddo. I pm hanno chiesto il rinvio a giudizio anche per questo capitolo del processo Ruby ter, per il quale deve essere ancora fissata l'udienza preliminare. Proprio per avere la possibilità di affrontare tutti i filoni del processo in maniera unitaria, il Tribunale di Milano ha deciso di fissare al prossima udienza a fine gennaio.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Comizio del M5S in piazza Università a Catania

M5S, Di Battista: "Ho querelato Berlusconi, gli ho chiesto 100mila euro"

L'ex cav aveva dichiarato giorni fa che il deputato M5s non è laureato

Manifestazione No Vax partita da Piazza Cairoli a Milano

Ue: "No vax responsabili della morte di diversi bambini"

La sentenza chiede al governo italiano di sostituirsi ai genitori che non vaccinano i figli

Rimini, Italia 5 Stelle 2017

Sondaggio Ixè/Radio1: M5S si conferma primo partito con 28 per cento

Il Pd scende perdendo 0,4% rispetto alla settimana scorsa e portandosi al 23,4%, mentre Forza Italia cresce dello 0,3%

Camera dei Deputati - Il deputato PD Francantonio Genovese

Messina, Genovese jr e padre indagati per riciclaggio: maxi sequestro di beni

Bufera giudiziaria sulla famiglia dell'ex deputato Francantonio. Coinvolto anche il figlio Luigi, il baby deputato FI eletto con con quasi 18.000 preferenze