Sabato 28 Gennaio 2017 - 14:30

Berlusconi rinviato a giudizio per corruzione di testimoni

I legali dell'ex Cav: "Verrà processato per il 'reato' di generosità"

Ruby ter, Berlusconi rinviato a giudizio: processo al via 5 aprile

Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio dal gup di Milano Carlo Ottone De Marchi per la vicenda 'Ruby ter'. L'accusa a carico dell'ex presidente del Consiglio è di corruzione in atti giudiziari. Berlusconi dovrà comparire davanti ai giudici della quarta sezione penale il prossimo 5 aprile. "Prendiamo atto di questo rinvio a giudizio. In dibattimento confidiamo di riuscire a dimostrare l'estraneità di Silvio Berlusconi" dalle accuse contestate, ma "il rischio concreto è che per la prima volta si proceda a processare Silvio Berlusconi per il reato di generosità", il commento dell'avvocato Federico Cecconi, che difende l'ex Cavaliere insieme al professor Franco Coppi, in merito al denaro speso infavore delle Olgettine coinvolte nel processo Ruby.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il presidente francese Emmanuel Macron in visita a Roma

Elezioni, Mattarella: "Astensionismo mina democrazia. Nessuno deve chiamarsi fuori"

Il presidente della Repubblica: "Cittadini e istituzioni devono essere attivi e attivarsi, in sintesi, in vista di questa scadenza"

Milano, il candidato PD alla presidenza della regione Giorgio Gori ad un convegno

Migranti, Gori: "Grave che avvocato non capisca la Costituzione". Fontana: "Mia espressione infelice"

Il candidato Pd per la regione Lombardia commenta la frase shock dello sfidante di destra

Torino, Il candidato premier M5s Luigi Di Maio a pranzo con i vertici del Movimento

Parlamentarie M5S, Rousseau a singhiozzo. Disagi e proteste

Molte lamentele perché non si riesce a votare o mancano i nomi di alcuni candidati. Per i collegi uninominali sceglierà Di Maio

Porta a Porta. Ospite Beatrice Lorenzin

Lazio, Lorenzin contro LeU e avverte Zingaretti: "Pronta a candidarmi"

E' possibile che, a livello nazionale, Civica popolare vada con il Pd ma, a livello locale, corra da sola il 4 marzo nell'Election Day