Sabato 05 Agosto 2017 - 12:30

Ruanda, Kagame rieletto presidente per terzo mandato con 98%

Ma è anche sempre più criticato per i diffusi abusi dei diritti umani

Il Rwanda alle urne per eleggere il presidente

Il presidente uscente del Ruanda, Paul Kagame, è stato rieletto con il 98,66% dei voti nelle elezioni di venerdì, mentre il conteggio delle schede è all'80% e il dato definitivo è atteso alle 16 italiane. Ottiene così il terzo mandato, estendendo i suoi 17 anni al potere nel Paese africano. A fornire i dati è stato il segretario esecutivo della Commissione elettorale, Charles Munyaneza. Kagame ha avuto il plauso della comunità internazionale per la ripresa e la pacificazione seguite al genocidio del 1994, in cui morirono oltre 800mila persone di etnia tutsi e hutu moderati. 

Ma è anche sempre più criticato per i diffusi abusi dei diritti umani, per il bavaglio imposto ai media e la soppressione dell'opposizione politica. Secondo la commissione elettorale, l'affluenza arriverà al 90% nel Paese di 12 milioni di persone. A sfidare Kagame sono stati il candidato dell'opposizione Frank Habineza e l'indipendente Phillippe Mpayimana. "Saranno altri sette anni in cui prendersi cura di questioni che riguardano i ruandesi e garantire che diventiamo davvero ruandesi con sviluppo economico", ha dichiarato il vincitore in un discorso trasmesso in diretta tv.

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Campagna di Russia

La ritirata di Russia 75 anni fa: 100mila soldati non tornarono

"Solo a piedi, sempre a piedi, con un freddo terribile", ricorda ancora oggi l'allora giovane sottotenente della divisione Ravenna Guido Placido

Putin e Erdogan in conferenza stampa a Ankara

Russia, Putin: "Correrò alle elezioni da indipendente"

Il presidente russo spera nel sostegno di più di un partito politico

Handout photo of Kentucky state Representative Dan Johnson (R-KY)

Usa, si suicida deputato repubblicano del Kentucky accusato di stupro

L'accusa di stupro risale al 2013, ma il caso era stato riaperto sulla scia degli scandali sessuali che hanno travolto altri 4 deputati della sua legislatura

Rohingya refugees make their way over a bridge at the Kutupalong refugee camp near Cox's Bazar

Birmania, Msf: "6.700 rohingya uccisi in un mese". E il Papa: "Sono loro Gesù"

Il bilancio ufficiale delle autorità birmane riferito allo stesso periodo è di 400 vittime