Venerdì 09 Settembre 2016 - 16:00

Roma 2024, Grillo anticipa Raggi: Olimpiadi? No grazie

Intanto continua il caos in Campidoglio. De Dominicis: "M5S un asilo infantile, la politica non è per loro"

Roma 2024, Grillo brucia sul tempo Raggi: Olimpiadi? No grazie

"Olimpiadi a Roma no grazie". Beppe Grillo anticipa l'atteso annuncio ufficiale da parte della sindaca Virginia Raggi e chiude del tutto l'ipotesi sui Giochi a Roma nel 2024. Sul blog il comico ospita infatti un post firmato dal presidente dell'Abusdef, Elio Lannutti. "Le Olimpiadi o i Mondiali - scrive Lannutti- possono essere funzionali alle classi politiche ed economiche per appagare il delirio di onnipotenza di immarcescibili saltimbanchi e molti affari per gli imprenditori, i Giochi spesso vengono utilizzati per ipotecare il futuro dei giovani gonfiati di debiti e come potenti armi di distrazione di massa, con la finalità di offrire con lo spettacolo, ripreso in mondovisione da mass media e Tv che ne finanziano una minima parte dei costi, effimeri sollievi a condizioni economiche e sociali delle famiglie, che potrebbero essere momentaneamente appagate con le medaglie, prima di finanziare con le loro fatiche, i costosi apparati pubblici". 

LEGGI ANCHE Grillo attacca: Ripresa non esiste, sono solo bugie del Governo

In particolare Lannutti punta il dito su "Roma, che non si è ancora ripresa dai mondiali di Nuoto del 2009 (con un deficit di 9 milioni di euro), che ha lasciato debiti e macerie ancora tutte da smaltire, dopo l`inchiesta dei magistrati sui ''grandi eventi' e le 'cricche degli appalti' con imprenditori e funzionari pubblici coinvolti, come il palazzetto delle vele di Calatrava a Tor Vergata, 250 milioni di euro per un cumulo di cemento e un ammasso di ferro che potrebbe costare circa 700 milioni di euro; i 26 milioni di euro per la piscina di Ostia; i 13 milioni di Valco San Paolo; o la piscina costruita su suolo pubblico con fondi privati, poi offerta in concessione al Circolo Aniene, ha veramente bisogno delle Olimpiadi?". Per queste ragioni Adusbef "ritiene sacrosanta la decisione di far rinunciare Roma alla candidatura delle Olimpiadi, per offrire un segnale di serietà e rigore nella gestione dei conti pubblici, per evitare che si possa continuare a giocare sulla pelle dei giovani, mentre il Paese non è ancora uscito dalla gravissima crisi economica, etica e morale che da anni lo perseguita.

Intanto, continua il caos nella giunta capitolina dopo che Raggi ha scaricato De Dominicis da assessore al Bilancio. "La politica non fa per loro. Ma quale codice d'onore. È un asilo infantile. Hanno perso un'occasione per dare una mano a Roma. Ha deciso il direttorio? Quattro che neanche hanno finito gli studi", il duro affondo, in un'intervista a 'La Repubblica', dell'ex procuratore regionale della Corte dei Conti del Lazio.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Minzolini, da pg ok ad affidamento in prova ai servizi sociali

Minzolini, da pg ok ad affidamento in prova ai servizi sociali

Ha chiesto tramite il suo legale di svolgere l'affidamento in prova presso la Comunità di Sant'Egidio

Legge elettorale, No di Mdp al Mattarellum: Non ci sono numeri

Legge elettorale, No di Mdp al Mattarellum: Non ci sono numeri

No "di metodo e non di merito" spiega D'Attorre

De Magistris: Al gasdotto in Puglia preferiamo ulivi, terra e mare

De Magistris: Al gasdotto in Puglia preferiamo ulivi, terra e mare

"No Tap è lotta di liberazione. La lotta per i beni comuni è manifesto politico!"

M5s, Cassimatis querela per diffamazione Grillo e Di Battista

M5s, Cassimatis querela Grillo e Di Battista e fa ricorso al Tar

"'Fidatevi di me' non esiste neppure nella Repubblica delle banane"