Lunedì 04 Dicembre 2017 - 11:30

Roma, con la scusa di togliere il malocchio abusava 16enne: arrestato mago

Dopo averle praticato un massaggio alle gambe con una 'pozione magica', la obbligava a subire atti sessuali

Sparatoria in via Lucca 24, Polizia sul posto

A Fiumicino, sul litorale romano, da molti era conosciuto come mago e fattucchiere. Ora la polizia lo ha arrestato per violenza sessuale nei confronti di una ragazzina di 16 anni.

L'uomo, 47 anni, aveva dato appuntamento alla minore per toglierle il malocchio e curarle, con pozioni magiche, la cellulite. Durante l'incontro la ragazza è stata accompagnata in bagno dove, dopo averle praticato un massaggio sulle gambe con una 'pozione magica', la obbligava a subire atti sessuali, con il pretesto di doverle "togliere il male".

Le indagini, svolte dalla quarta sezione della squadra Mobile di Roma, specializzata in reati sessuali, contro le donne, i minori e le fasce vulnerabili e il personale del commissariato Fiumicino, in sinergia con la Procura di Civitavecchia, che ha coordinato le attività, hanno confermato quanto denunciato dalla madre della 16enne.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Infortunio sul lavoro a Palazzo Reale

Teramo, morta una donna di 48 anni: è precipitata da belvedere di Campli

Il volo da un'altezza di circa 10 metri. Per lei non c'è stato niente da fare

Pioggia in Piazza Duomo

Meteo, perturbazioni al Nord con rischio di forti temporali

Solo a metà settimana la situazione andrà migliorando con una prevalenza di tempo buono e con temperature di nuovo in rialzo

TOPSHOT-SPAIN-MIGRANTS-EU-PROACTIVA-OPEN-ARMS

Migranti, anche la Germania ne accoglierà 50. Ma Praga attacca: "Richiesta di Roma è via per l'inferno"

Conte: "Solidarietà Ue sta diventando realtà". Spagna all'attacco: "Con linea dura dell'Italia si rischia disintegrazione Unione"

Presentazione Mediafriends Cup

E' morto il dottor Franco Mandelli: il presidente dell'Ail aveva 87 anni

Professore emerito di ematologia alla Sapienza di Roma, aveva dedicato la sua vita allo studio delle leucemie