Lunedì 16 Gennaio 2017 - 09:45

Roma, truccavano manutenzione bus: un arresto, 50 indagati

Arrestato il titolare di una società affidataria dell'appalto

Roma, truccavano manutenzione bus: un arresto, 50 indagati

Truccavano le manutenzioni degli autobus delle linee regionali Cotral facendo risultare di aver riparato pullman che invece continuavano a circolare senza i prescritti standard di sicurezza o, peggio, subivano continui guasti. I finanzieri del comando provinciale di Roma hanno arrestato stamattina il titolare di una società affidataria dell'appalto per la manutenzione e riparazione degli autobus di linea regionali del Lazio per truffa aggravata ai danni dello stato e frode in pubbliche forniture.

 Le indagini, durate oltre due anni, hanno fatto emergere le presunte truffe cui concorrevano più società appaltatrici che, con la complicità di alcuni dipendenti infedeli di Cotral che hanno certificato la corretta esecuzione delle manutenzioni degli autobus di linea, hanno incassato somme per prestazioni mai eseguite. Le attività investigative sono iniziate nel 2014 a seguito di una denuncia presentata dai vertici della stessa azienda regionale, allarmati dall'enorme mole di guasti degli autobus che ha causato numerosi disservizi ai cittadini. Si erano verificati anche episodi di incendi di vetture lungo le tratte regionali che, come è stato poi accertato, erano dovuti alla mancata manutenzione dei mezzi da parte della quasi totalità delle imprese affidatarie del servizio.

L'azienda, dopo un'ispezione interna, aveva rilevato e segnalato alcune criticità nei rapporti con le ditte appaltatrici delle attività di manutenzione dei mezzi. Le penetranti indagini, eseguite dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria della Capitale attraverso intercettazioni telefoniche, perquisizioni e sequestri, "hanno fatto emergere - scrivono gli inquirenti - un collaudato sistema di frode ai danni di Cotral".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ostia, aggressione giornalisti: Spada e complice a processo il 30/3

L'Ordine dei giornalisti e la Federazione nazionale stampa italiana si sono costituiti parte civile. A piazzale Clodio anche la sit-in di Articolo 21 e Rete No bavaglio

Roma, agguato nella notte a Casal Bruciato: ucciso 39enne

Un colpo di pistola all'addome è stato fatale

Frosinone, 14enne confessa in un tema: "Mio padre mi ha violentato"

Gli abusi sarebbero avvenuti nella sua cameretta nell'estate 2017, quando aveva appena 13 anni