Giovedì 12 Gennaio 2017 - 16:00

Tenta di uccidere figlia di 3 anni con psicofarmaci nel biberon

I fatti si sono verificati all'ospedale Bambino Gesù dove la piccola si trovava per problemi fisici. La donna 29enne è stata arrestata

Roma, tenta di uccidere la figlia di 3 anni mettendole psicofarmaci nel biberon

Una donna di 29 anni è stata arrestata per aver tentato di uccidere la figlia di tre anni versandole benzodiazepine, una tipologia di antidepressivi, nel biberon. I fatti, stando a quanto si apprende, si sono verificati all'ospedale Bambino Gesù dove la piccola si trovava per problemi fisici.

La donna, di Napoli, è stata rintracciata a casa e arrestata dai carabinieri del Nucleo investigativo di Roma, in collaborazione con i colleghi del Comando Provinciale di Napoli. E' stata portata in carcere a Pozzuoli con l'accusa di tentato omicidio. 

In base ai referti inviati dalla direzione sanitaria dell'Ospedale Bambino Gesù, con i quali, lo scorso dicembre, erano stati segnalati due episodi di arresto cardiorespiratorio, apparentemente ingiustificati, sulla piccola, salvata solo grazie al tempestivo intervento di medici rianimatori.

La giovane, forse a causa di una crisi con il marito, stando a quanto riferiscono gli investigatori, avrebbe avuto l'intenzione di attirare l'attenzione dell'uomo e rafforzare così il loro legame. Già lo scorso 28 dicembre, gli stessi carabinieri avevano notificato alla donna un provvedimento di sospensione della potestà genitoriale, adottato dal Tribunale per i Minorenni di Napoli, che aveva disposto il divieto di avvicinamento nei confronti di entrambi i genitori alla bambina ricoverata e alle due sorelline più piccole, che sono state affidate ai servizi sociali partenopei.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Grosseto, capo vigili di Monte argentario spara a figlio e si uccide

Roma, cancello si scardina: bimbo muore a 4 anni

Il cancello si è sganciato dai binari e gli è caduto addosso: per il piccolo non c'è stato nulla da fare

Ritrovamento di resti di un corpo umano in un cassonetto della spazzatura in Via Guido Reni

Roma, convalida fermo all'uomo che ha fatto a pezzi la sorella

L'avvocato di Maurizio Diotallevi: "Non c'è stata nessuna premeditazione"

Ritrovamento di resti di un corpo umano in un cassonetto della spazzatura in Via Guido Reni

Donna fatta a pezzi e buttata dentro diversi cassonetti

L'uomo, italiano sulla sessantina, è stato identificato e fermato grazie ai video delle telecamere di sicurezza

Roma, pullman incastrato sotto un ponte: 18 feriti, 3 gravi

Roma, pullman incastrato sotto un ponte: 18 feriti, 3 sono gravi

In codice rosso un bambino di 10 anni ricoverato per trauma cranico