Martedì 02 Agosto 2016 - 12:45

Roma, sradicava bancomat con carroattrezzi: sgominata banda

Il gruppo colpiva in tutta Italia, otto le persone arrestate

Roma, sradicavano bancomat con carroattrezzi: sgominata banda

I carabinieri del comando provinciale di Roma hanno concluso un'operazione che ha portato all'arresto di otto persone e alla denuncia a piede libero di altre tre, tutte ritenute parte di una banda che da mesi rubava e saccheggiava bancomat nella capitale, e in altre città, grazie all'uso di carroattrezzi. Sono tutti di etnia rom e dovranno rispondere di associazione a  delinquere, finalizzata alla commissione di furti.

L'intervento è stato effettuato in esecuzione di un'ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere, emessa dal gip presso il tribunale di Roma su richiesta della procura dopo un'indagine denominata 'Ginepro' condotta dai carabinieri del nucleo investigativo del reparto operativo del comando provinciale di Roma e della sezione polizia giudiziaria dei carabinieri della procura della repubblica di Roma. Nel corso dell'operazione sono state perquisite le abitazioni di tutti gli indagati.

L'indagine è stata avviata nel mese di gennaio 2016, a seguito di un incremento vertiginoso dei furti di bancomat e casse continue in tutta Italia, a cominciare da Lazio e Toscana, le regioni più colpite: i dati forniti dalla Banca d'Italia parlano di 895 furti consumati o tentati dal 01 gennaio 2015, per un danno quantificabile di circa 21 milioni di euro.

Il modus operandi era sempre lo stesso: i ladri prendevano i dispositivi bancomat dopo averli sradicati, e li caricavano su furgoni o carroattrezzi rubati, provocando anche gravi danni strutturali agli istituti bancari presi di mira.

Secondo gli inquirenti la banda agiva a Roma e in trasferta, e poteva contare sull'appoggio di parenti o amici residenti nei vari campi nomadi presenti sul territorio nazionale, che garantivano supporto logistico al gruppo.

I soggetti, pericolosi e violenti secondo chi indaga, compivano accurati sopralluoghi in prossimità degli obiettivi, che venivano selezionati in relazione alla loro ubicazione e alla presenza di vie di fuga. La fase due del colpo consisteva nel rubare un carroattrezzi, da usare, di notte, per il furto del bancomat; il mezzo veniva poi abbandonato in aree rurali alla periferia della città.

In alcuni casi, i danni causati dal carroattrezzi hanno compromesso seriamente la stabilità degli immobili in cui le postazione atm erano poste costringendo i vigili del fuoco ad evacuare le famiglie che vivevano negli appartamenti dei palazzi. Secondo i carabinieri il gruppo era attivo in molte aree d'Italia dove ora si concentrato ulteriori approfondimenti per arrestare le batterie collegate alla banda.

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caserta, sei stanze della Reggia sequestrate dopo crollo intonaco

Domenica scorsa crollata una parte dell'intonaco del soffitto settecentesco, senza causare feriti

Ryanair strike

Trasporti, venerdì nero per gli aerei. Dopo Ryanair scioperi a catena

Possibili disagi per i passeggeri. Protestano le principali compagnie: da Vueling ad Alitalia

Processo omicidio Piscaglia, in aula il presunto assassino Padre Graziano

Caso Guerrina, condannato padre Gratien ma pena ridotta

In primo grado, il 24 ottobre del 2016, la Corte d'assise di Arezzo lo aveva condannato a 27 anni di reclusione. Il sacerdote: "Giustizia razzista"

FILE PHOTO: The headquarters of the European Medicines Agency (EMA), is seen in London

Ema, Lorenzin: "Se Amsterdam in ritardo verificare se assegnazione ancora valida"

Il ministro della Saluta riporta alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles