Lunedì 26 Marzo 2018 - 11:00

Roma, rientra allarme terrorismo su tunisino. Questura: "Non è pericoloso"

Ma le indagini su Atef Mathlouthi continuano

"Rientrato l'allarme sul cittadino tunisino che al momento non è ritenuto un pericolo concreto e attuale". A farlo sapere la questura di Roma che aggiunge: "La vicenda è in fase di ulteriore approfondimento, ma non ha determinato alcuna allerta in considerazione del fatto che l'innalzamento standard della misure di sicurezza per Pasqua era stato già pianificato".

Le indagini su Atef Mathlouthi erano partite dopo che in una lettera anonima, recapitata all'ambasciata a Tunisi, era emersa la sua intenzione di compiere atti di terrorismo nel nostro Paese, prendendo di mira bar, siti turistici, centri commerciali e metropolitana. L'uomo, 41 anni, era stato arrestato più volte arrestato dalla polizia a Palermo per spaccio di droga.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Lazio, volantini anti-donne allo Stadio Olimpico: identificati gli autori

L'avviso diffuso durante la partita contro il Napoli con cui i biancocelesti invitavano le tifose a tenersi lontane dalle prime file. Presto potrebbero scattare le prime denunce

Ponti a rischio crollo monitorati dal Comune di Roma

Roma, allarme per ponte Magliana. Dossier: "Urgente verifica e monitoraggio"

Il report dei vigili del fuoco: "Serve subito un tavolo tecnico"

Bomba d'acqua su Roma. Metro bloccata, danni e allagamenti

Pioggia torrenziale nelle prime ore del pomeriggio sulla Capitale. Stop anche alla ferrovia Roma-Viterbo

Latina, sparano dalla finestra e colpiscono migrante: 3 denunciati

Ferito ad un piede un cittadino camerunense