Mercoledì 06 Settembre 2017 - 18:45

Roma, Rick Guidotti contro la Distrofia: una mostra sociale per il fotografo delle star

Nella Giornata Mondiale di sensibilizzazione sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker, il fotografo statunitense inaugura a Roma una mostra con i volti dei bambini affetti da rare malattie genetiche

Ha fotografato le modelle di tutto il mondo. I suoi scatti sono stati pubblicati su People, LIFE Magazine, Elle, The Washington Post. Ora il pluripremiato Rick Guidotti firma una mostra romana dedicata ai bambini che convivono con disturbi e patologie genetiche.

Ospitata nel Museo di Roma in Trastevere, Change How You See, See How You Change sarà inaugurata giovedì 7 settembre, data in cui cade la Giornata Mondiale di sensibilizzazione sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Cuore della mostra saranno infatti bambini e ragazzi italiani affetti da questa rara patologia genetica che colpisce un bambino maschio ogni 3500 nati.

L'iniziativa, organizzata da Parent Project onlus, l'associazione di genitori di bambini e ragazzi con distrofia muscolare di Duchenne e Becker, è rivolta a sfidare le convenzioni sociali, ridefinendo l’idea di bellezza e rivoluzionando lo sguardo del pubblico sull’idea di diversità attraverso i volti di chi convive con queste malattie.

L'esposizione, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, sarà aperta al pubblico dall'8 al 17 settembre, dopo l'inaugurazione alle ore 18.00 di giovedì 7 settembre, a cui sarà presente anche il fotografo statunitense autore degli scatti. 

 

Scritto da 
  • Corinna Spirito
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Tumori al polmone, nuova macchina per la ricerca

Un test per fotografare il cancro: la nuova frontiera della lotta alla malattia

L'esame sfrutta il 'Tumor Mutational Burden', un biomarcatore che misura le alterazioni molecolari

Corteo e flash mob Non una di meno in occasione del 40esimo anniversario della 194

Aborto, nel 2016 meno della metà del 1982: tutti i dati

Una donna su tre è straniera, il 60% delle strutture ospedaliere lo pratica, 7 su 10 i medici obiettori

Corteo e flash mob Non una di meno in occasione del 40esimo anniversario della 194

Quarant'anni di 194: ma l'aborto rischia di tornare alle mammane

Molte ombre sull'applicazione: obiezione di coscienza, Ru486, contraccezione. E il lavoro di una lobby europea che vuole tornare indietro sui diritti

Lancio di palloncini e Duomo illuminato di rosa per la ricerca contro il cancro

Un figlio dopo il cancro. Sette donne su dieci ci riescono

Uno studio di Institute Marques (Barcellona). Le tecniche lo permettono e la recidiva è molto bassa