Lunedì 05 Settembre 2016 - 08:30

Roma, Raggi: Ho il sostegno di Grillo, ci sono stati errori ma ora siamo più forti

Sull'assessora Muraro la sindaca di Roma precisa: "Prima di giudicare vogliamo vedere le carte"

Roma, Raggi: Ho il sostegno di Grillo, ci sono stati errori ma ora siamo più forti

"Da Grillo ho avuto un sms di sostegno. Ci sono stati degli errori, ma ora siamo più forti". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi rompe il silenzio di una settimana parlando al Corriere della sera su una serie di questioni aperte. Sulla vicenda dell'assessora Paola Muraro (leggi la posizione del suo avvocato), la sindaca precisa: "Prima di giudicare vogliamo vedere le carte. L'assessore mi ha garantito che non le è arrivato neanche un avviso di garanzia. Attualmente posso giudicare solo i fatti che conosco: la città è più pulita e l'Ama si è messa in moto. Se, però, dovessero emergere delle sue responsabilità, non avremmo dubbi su come muoverci".

LEGGI ANCHE Muraro: Denuncerò il marcio, Ama deve cambiare

Loading the player...

Raggi ammette che "qualche ritardo c'è stato, noi non diciamo bugie, ma allo stesso tempo posso ffermare con tranquillità che abbiamo recuperato. Nel giro di poche ore abbiamo sostituito l'amministratore unico di Atac e l'assessore al Bilancio, abbiamo avviato una due diligence, una revisione di quanto fatto finora che evidentemente riguarda anche gli stipendi. Ma ci tengo a sottolineare quanto fatto sui rifiuti: abbiamo trovato il caos. Erano mesi che gli impianti Tmb di Rocca Cencia e Salaria erano pieni e rotti. Noi in neanche due mesi li abbiamo svuotati e li stiamo riparando. Stiamo bonificando le aree per le isole ecologiche. E gli operatori Ama stanno dando il massimo per tenere la città pulita".

 

Per quanto riguarda invece la decisione di scorporare le deleghe, la sindaca sottolinea: "E' un progetto che mi sta a cuore. Non c'entrano giochi politici o di potere. Sono del tutto convinta che due deleghe così importanti debbano essere seguite con un' attenzione specifica che non può consentire distrazioni". Sugli errori compiuti, Raggi riferisce quello "di non far sentire coinvolti i consiglieri che rappresentano, insieme alla giunta, una parte fondamentale della squadra di governo". Alla domanda se un eventuale fallimento del M5s a Roma possa portare a un crollo del Movimento a livello nazionale, Raggi precisa: Credo che, al contrario, c'è chi teme che il M5s possa fare bene a Roma per poi andare al governo in Italia. Hanno paura di noi".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Mdp tende la mano al Pd. Ma Renzi: "Prima ok a Rosatellum"

Speranza apre ai dem e si dice pronto a una coalizione di centrosinistra

Senato, Paolo Gentiloni riferisce sul prossimo consiglio europeo del 19 e 20 Ottobre

Femminicidio, Grasso: Spostiamo il focus verso gli uomini, è da noi che parte il problema

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, aderisce alla campagna di sensibilizzazione #dauomoauomo

Referendum sull'autonomia della Lombardia, a Lozza il voto di Roberto Maroni

Referendum autonomia: alle 12 l'affluenza è del 21% in Veneto, 11% in Lombardia

Dai risultati dipenderà il potere contrattuale dei due presidenti di Regione nell'eventuale trattativa con il governo per ottenere la gestione a livello regionale di materie oggi di competenza centrale

Bankitalia, Renzi mattatore a Firenze: "Esprimere giudizio non è lesa maestà"

Bankitalia, Renzi mattatore a Firenze: "Esprimere giudizio non è lesa maestà"

Il segretario Pd alla festa del quotidiano 'Il Foglio': "Non possiamo arrivare al paradosso che qualcuno è intoccabile, inviolabile, ingiudicabile"