Martedì 08 Novembre 2016 - 11:45

Roma, Raggi e M5s dichiarano guerra al gioco d'azzardo

La sindaca: "Basta alla giungla di slot machine nella città"

Roma, Raggi e M5s dichiarano guerra al gioco d'azzardo

Roma dichiara guerra al gioco d'azzardo. L'annuncio arriva dalla sindaca Virginia Raggi, che sul blog di Beppe Grillo scrive: "Basta all'effetto Las Vegas. Basta alla giungla di slot machine nella città. Abbiamo depositato la scorsa settimana una delibera di iniziativa consiliare sul regolamento delle sale slot a Roma. Un'importante iniziativa targata M5S con l'obiettivo di tutelare la salute dei nostri cittadini con conseguenti effetti sulla sicurezza della città, la viabilità, l'inquinamento acustico, il decoro urbano e la quiete pubblica". 

"Si tratta di un regolamento che vuole metter ordine a Roma dove i numeri sono da capogiro: 294 sale e più di 50mila slot machine nella Capitale, pari ad oltre il 12% di tutte quelle distribuite nel nostro Paese. La cosa più importante è che con le nuove regole vengono introdotti i limiti di distanza di 500 metri dai luoghi 'sensibili' come ad esempio scuole, centri sportivi, chiese, caserme e sportelli bancomat. Limiti che puntano a garantire migliori livelli di sicurezza per la tutela della salute e dell'ordine pubblico e a prevenire il rischio di utilizzo da parte di minorenni", si legge nel post firmato anche dai consiglieri capitolini del Movimento.

"Altra novità: centro storico off-limits. Si vieta infatti l'uso delle slot machine nei perimetri del centro e nelle aree pedonali o comunque interdette alla circolazione dei veicoli. Infine, si regolamentano gli orari di esercizio. Infatti, sarà possibile l'utilizzo degli apparecchi automatici di intrattenimento con vincite in denaro, le cosiddette new slot e Videolottery, dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22 mentre nei giorni festivi non sarà consentito. Altro aspetto importante sono le sanzioni che, aggiungendosi a quelle già stabilite dalla normativa esistente, prevedono in caso di violazioni reiterate sospensioni o in casi gravi revoche dell'autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale".

Per Raggi si tratta di una "grande azione a tutela dei cittadini che cerca di trovare una soluzione al gioco d'azzardo, fenomeno che in Italia ha assunto connotati assolutamente preoccupanti contro il quale il Movimento Cinque Stelle si sta battendo con forza anche a livello regionale e nazionale". "Ciò che ci sta più a cuore è la salute dei romani e finalmente questa regolamentazione si pone tutta a vantaggio della città e dei suoi cittadini", conclude la sindaca.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Grillo difende 'democrazia dei clic': Non vale meno, primarie si pagano

Grillo difende la 'democrazia dei clic': Le primarie si pagano

"Grazie alla tecnologia oggi è possibile votare online, un sistema molto più comodo"

Presentazione dell'Internetday  - Uomini, robot e tasse: il dilemma digitale -

Alitalia, Calenda: Non si può far fallire, shock per Pil

Il ministro la prossima settimana, insieme al governo, si deciderà se nominare Luigi Gubitosi commissario

Operazione salvataggio migranti al largo delle coste libiche

Ong-migranti, Orlando contro Alfano: Non pensavo con populisti

Continua la polemica sui rapporti tra organizzazioni e scafisti. la portavoce di Frontex: Smantellare il business

I tre candidati

Primarie Pd, ai gazebo per scegliere il nuovo segretario: incognita affluenza/FOTO

Il partito annuncia: "Alle 12 hanno votato 701.373 cittadini. Grazie agli oltre 80 mila volontari". I tre candidati ai seggi