Domenica 08 Gennaio 2017 - 17:00

Roma passa al Ferraris, Genoa ko 1-0: decide autogol Izzo

Juric ha molto da recriminare dopo la sconfitta interna di misura

Genoa - Roma

Chissà quale canzone avrebbe voluto scrivere De Andrè sul Genoa, come si legge sulla scritta apparsa sulle maglie rossoblù a Marassi ('Al Genoa scriverei una canzone ma sarei troppo coinvolto'), ma probabilmente non sarebbe una canzone allegra. Perchè ha molto da recriminare il Genoa dopo la sconfitta interna di misura con i giallorossi. Avrebbe voluto confermarsi ammazzagrandi la squadra di Juric, dopo i successi con Juventus e Fiorentina e dopo aver spaventato il Napoli, ma ha dovuto arrendersi a una Roma cinica che si riprende il vantaggio di +3 sugli azzurri di Sarri e torna a far sentire il fiato sul collo della Juve.

Che sarebbe stato un pomeriggio difficile per il Grifone lo si era capito subito quando dopo pochi minuti Perin era costretto ad alzare bandiera bianca. Subito dopo un intervento miracoloso su Dzeko, il portiere rossoblù dà forfait per un trauma distorsivo, esce in lacrime e viene sostituito da Lamanna. La gara procede a strappi, caratterizzata da grande equilibrio: un'occasione per Nainggolan e una per Ocampos prima del clamoroso autogol che dirotta la partita sui binari romanisti. E' il 36' quando Izzo allontana prima di testa, poi Bruno Peres calcia di prima intenzione e colpisce lo stesso giocatore. La palla sbatte sul suo sinistro e finisce in rete. Autogol o rete di Peres poco cambia, la Roma è in vantaggio. E sull'1-0 va al riposo grazie anche Szczesny che, con la complicità del palo, salva su punizione di Ninkovic al 39'. Si riparte ed è ancora un match di boxe, con le due squadre a prendersi a cazzotti (anche fuor di metafora visto che la gara si innervosisce e fioccano scontri e scintille). Lazovic sfiora il pari ma l'occasione più ghiotta è per la Roma al 13': Nainggolan va via sulla destra e fa partire il traversone. In spaccata al centro dell'area Dzeko colpisce di punta e spedisce sul palo. Il Genoa perde continuità e fluidità di manovra, la Roma cerca di forzare per il colpo del ko. Juric tenta la carta Pinilla, appena arrivato dall'Atalanta, e il cileno si fa subito notare conquistando una punizione calciata però altissimo, mentre Spalletti risponde richiamando il fischiatissimo ex Perotti per inserire El Shaarawy. Il finale è tutto di marca locale: i giallorossi non ne hanno più e se riescono a portare a casa i tre punti è grazie a Szczesny che in pieno recupero salva su Ocampos con una prodezza volando all'incrocio. Vince la Roma, perde il Genoa, chissà come lo canterebbe Fabrizio De Andrè.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Atalanta - Roma

Alla Roma basta una punizione di Kolarov: Atalanta ferma al palo

I ragazzi di Gasperini hanno messo in difficoltà sul ritmo i giallorossi per lunghi tratti ma di fatto non hanno quasi mai impegnato seriamente Alisson

Atalanta - Roma

Serie A, Roma passa a Bergamo. Decide Kolarov/ FINALE

Terza partita della prima giornata di campionato allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo

Siviglia vs Roma - IX Trofeo Antonio Puerta

Di Francesco alla sua Roma: "Meno fioretto e più concretezza"

L'allenatore giallorosso è soddisfatto della prestazione dei suoi contro il Siviglia

Sessione di allenamento della AS Roma a Trigoria

Roma, Totti a Trigoria in veste di dirigente. Monchi: Si è già calato nel ruolo

Il ds smentisce poi le voci di una possibile trattativa con la Juve per Strootman: "Nessun contatto"