Domenica 23 Ottobre 2016 - 22:30

Roma travolge Palermo e aggancia Milan al secondo posto

I giallorossi si impongono per 4-1 con le reti di Salah, Paredes, Dzeko ed El Shaarawy

Roma - Palermo

Tutto facile per la Roma nel posticipo della nona giornata di Serie A contro il Palermo. All'Olimpico i giallorossi si impongono per 4-1 con le reti di Salah, Paredes, Dzeko ed El Shaarawy al termine di una partita di fatto senza storia. I giallorossi di Luciano Spalletti, con la quarta vittoria nelle ultime cinque partite, agganciano così il Milan al secondo posto in classifica con 19 punti a -2 dalla Juventus capolista. Di fatto campionato completamente riaperto. Roma trascinata ancora dal suo totem offensivo Dzeko, il bosniaco serve a Salah l'assist per l'1-0 e firma la sua rete numero 8 in campionato rinsaldando la leadership fra i cannonieri. Palermo in partita solo nei primi 45', con Diamanti forse l'unico a crederci. Quasi sempre fra i migliori, questa sera invece il portiere rosanero Posavec ha sulla coscienza due dei quattro gol giallorossi. Il gol di Quaison è solo una magra consolazione. Terzo ko in quattro gare per la squadra di De Zerbi, secondo 1-4 di fila, che resta penultima con l'Empoli a quota 6.

Spalletti schiera il trio Salah, Nainggolan, El Shaarawy alle spalle di Dzeko. In difesa c'è Emerson Palmieri a destra con Juan Jesus terzino a sinistra, in porta torna Szczesny. Nelle file del Palermo, De Zerbi schiera Nestorovski unica punta con Diamanti e Chochev alle spalle. Primo tempo a senso unico con la Roma che surclassa letteralmente un Palermo tutto chiuso nella propria metà campo. Numerose le occasioni create dai ragazzi di Spalletti, soprattutto con Dzeko, El Shaarawy e Salah. Alla mezzora è proprio l'attaccante egiziano a sbloccare il risultato con un diagonale mancino sotto le gambe di Posavec su assist di Dzeko. Palermo pericoloso solo in un paio di occasioni per degli errori individuali dei difensori della Roma in fase di impostazione. Di Diamanti, su punizione dal limite di poco alto, l'unica conclusione degna di nota.

In avvio di ripresa Spalletti manda in campo Florenzi al posto di un deludente Juan Jesus. L'azzurro va a fare il terzino destro, con Emerson Palmieri a sinistra. La Roma trova il raddoppio al 51' con una velenosa punizione di Paredes dalla trequarti sinistra, su cui Posavec si incarta clamorosamente lasciando terminare la palla in fondo al sacco. Il Palermo prova una reazione di orgoglio con due conclusioni prima di Diamanti dal limite, poi di Andelkovic di testa su cui Szczesny si fa trovare pronto. La Roma chiude definitivamente i conti al 68' con il 3-0 firmato da Dzeko, abile a battere Posavec con un destro chirurgico nell'angolino dal limite dell'area. Al 79' il Palermo accorcia le distanze con un destro del neoentrato Quaison dalla distanza con deviazione di Manolas. La Roma ristabilisce le distanze dopo due minuti con El Shaarawy in contropiede su assist di Salah. Roma che diventa il miglior attacco del campionato superando la Juve, nel finale spazio anche per Totti al posto di Dzeko.

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Sirene dal Giappone per Totti, Tokyo Verdi: Siamo interessati, averlo qui sarebbe sogno

Sirene dal Giappone per Totti, Tokyo Verdi: Siamo interessati, averlo qui sarebbe sogno

"Ma non ci sono stati progressi. Chiede un contratto da 3 milioni di euro", dice il presidente Hideaki

La Roma piazza ilsecondo colpo: Karsdorp sbarca a Fiumicino

La Roma piazza il secondo colpo: Karsdorp sbarca a Fiumicino

Il giovane terzino destro proviene dal Feyenoord

Bernardeschi in Europei UEFA Under 21:  Italia vs Germania

Europei Under 21, Germania sconfitta 1-0: l'Italia vola in semifinale

Un gol di Bernardeschi e la vittoria della Danimarca sulla Repubblica Ceca regalano la qualificazione

Calciomercato, Inter più vicina a Borja Valero. Stop Milan-Perin

Calciomercato, Inter più vicina a Borja Valero. Stop Milan-Perin

Sempre viva la questione Donnarumma. E' virtualmente chiuso anche il rapporto tra Dani Alves e la Juventus