Martedì 13 Giugno 2017 - 10:15

Migranti, Raggi al prefetto: Limitare nuovi arrivi a Roma

La sindaca: "Impossibile ipotizzare ulteriori strutture di accoglienza"

Roma, lettera di Raggi al prefetto: Una moratoria sui nuovi arrivi dei migranti

Lettera della sindaca di Roma Virginia Raggi al prefetto di Roma, Paola Basilone, nella quale richiede al ministero dell'Interno, "una moratoria sui nuovi arrivi" di migranti  nella Capitale. Il primo cittadino ritiene infatti "impossibile, oltre che rischioso, ipotizzare ulteriori strutture di accoglienza" sul territorio. "In considerazione degli elevati flussi di migranti non censiti questa amministrazione - scrive Raggi al prefetto - auspica che le valutazioni sulle dislocazioni di nuovi insediamenti tengano conto della evidente pressione migratoria cui è sottoposta Roma Capitale e delle possibili devastanti conseguenze in termini di costi sociali e di protezione degli stessi beneficiari".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni all'inaugurazione dell'anno accademico della Luiss

Gentiloni: "Non è tempo delle cicale. Nessun rischio instabilità"

Il premier all'inaugurazione dell'anno accademico della Luiss di Roma: "L'Italia è il Paese più coerente in Ue nonostante cambi governo"

Matteo Salvini annuncia l'ingresso di Giulia Bongiorno nella Lega

Salvini 'ingaggia' Giulia Bongiorno: "Sarà capolista della Lega"

L'avvocatessa: "Ho portato avanti delle battaglie stando nel mio studio, ma è in Parlamento che le cose si fanno"

Luigi Di Maio a Torino per la restituzione stipendi consiglieri

Parlamentarie M5S, proteste sul web. Il blog: "Sono chiuse"

Molti non sono riusciti a esprimere la loro preferenza, altri non hanno trovato il proprio nome nella lista dei papabili che correranno al proporzionale nelle elezioni del 4 marzo

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Pd, squadra governo in campo. Renzi: "No polemiche, minoranze garantite"

Il segretario dem: "La convinzione che ci siano posti sicuri è superata. Tutto è molto contendibile. Il posto sicuro in questo caso ce l'ha chi sul collegio i voti li trova"