Giovedì 21 Luglio 2016 - 11:00

Roma, perquisizioni nei locali dell'Atac sulla Prenestina

Nell'operazione sono impegnati ottanta finanzieri del Nucleo di polizia tributaria capitolino

Roma, in corso perquisizioni nei locali dell'Atac sulla Prenestina

Perquisiti questa mattina i locali dell'associazione del Dopolavoro Atac-Cotral (l'azienda del trasporto pubblico di Roma) sulla Prenestina. Nell'operazione sono impegnati  ottanta finanzieri del Nucleo di polizia tributaria capitolino, nell'ambito di un'indagine sui costi di mense e bar aziendali, e permessi sindacali.
 

 Secondo quanto si apprende, gli investigatori cercavano documenti utili a far luce sulla gestione di mense e bar aziendali che costano ad Atac 4 milioni di euro l'anno e sarebbero stati affidati senza gara pubblica. Controlli anche su eventuali illeciti nell'ambito dei permessi sindacali retribuiti che, secondo una stima dell'azienda, nel 2015 sarebbero costati 4,3 milioni di euro, e un milione e mezzo nei primi quattro mesi del 2016. Il magistrato che segue la vicenda per la procura ha disposto anche una serie di acquisizioni negli uffici dell'azienda.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Otto persone indagate per blitz Forza Nuova sotto la sede di Repubblica: una è minorenne

Sono state riconosciute con l'aiuto dei video delle telecamere di sorveglianza

Roma, esploso ordigno all'esterno della caserma dei Carabinieri Caccamo

Roma, gli anarchici rivendicano l'attentato alla caserma dei carabinieri di San Giovanni

La bomba è esplosa alle 5,30 in via Birmania. Nessun ferito. La Federazione Anarchica Informale: "Portata la guerra a casa di Minniti"

Spedizione di Forza Nuova sotto la sede di Repubblica

Una dozzina i militanti con bandiere e fumogeni. Su Fb la rivendicazione. Solidarietà da Renzi a Beppe Grillo passando per Giorgia Meloni

Roma, donna trascinata dalla metro: Atac reintegra il macchinista

Il dipendente non sarà impiegato nel servizio passeggeri, ma nella manovra dei treni in deposito