Martedì 15 Marzo 2016 - 17:30

Roma, centrodestra spaccato: Meloni domani scioglie riserva

L'ufficio di presidenza di Fdi ha dato il via libera unanime a una possibile candidatura

La presidente di Fdi Giogia Meloni

La vicenda della candidatura alla poltrona di sindaco di Roma rischia di spaccare definitivamente il centrodestra. L'ufficio di presidenza di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale si è riunito e "all'unanimità si è detto favorevole alla candidatura di Giorgia Meloni a sindaco di Roma". Il partito fa sapere che "la presidente di Fdi comunicherà domani la sua decisione definitiva dopo aver sentito gli alleati del centrodestra". Dunque il momento della verità sulla corsa che vede già schierato Guido Bertolaso, supportato da Silvio Berlusconi e inviso invece al segretario della Lega Matteo Salvini, dopo le polemiche per la frase dell'ex capo della Protezione civile su una possibile candidatura di Meloni, in attesa del suo primo figlio.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Referendum sull'autonomia del Veneto, a San Vendemiano il voto del governatore Luca Zaia

Referendum autonomia: alle 19 l'affluenza è del 50,1% in Veneto, Lombardia al 31,81%

Dai risultati dipenderà il potere contrattuale dei due presidenti di Regione nell'eventuale trattativa con il governo per ottenere la gestione a livello regionale di materie oggi di competenza centrale. Raggiunto il quorum in Veneto

Referendum, elettore fa più di 6mila km per andare a votare in Veneto

Referendum, elettore fa più di 6mila km per andare a votare in Veneto

Marco Gambaretto vive e lavora nel Golfo Persico ma ha deciso di tornare a San Giovanni Ilarione, in provincia di Verona, per andare alle urne

Mdp tende la mano al Pd. Ma Renzi: "Prima ok a Rosatellum"

Speranza apre ai dem e si dice pronto a una coalizione di centrosinistra

Senato, Paolo Gentiloni riferisce sul prossimo consiglio europeo del 19 e 20 Ottobre

Femminicidio, Grasso: Spostiamo il focus verso gli uomini, è da noi che parte il problema

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, aderisce alla campagna di sensibilizzazione #dauomoauomo