Lunedì 23 Maggio 2016 - 14:00

Roma, evade dai domiciliari e minaccia passanti con pistola: in manette

L'uomo, arrestato precedentemente per rapina, era già evaso una prima volta la settimana scorsa

Roma, evade dai domiciliari e minaccia passanti con pistola: arrestato

Era ai domiciliari per aver commesso una rapina ma, nonostante fosse già evaso solo tre giorni prima e per questo denunciato dalle forze dell'ordine, sabato sera è evaso di nuovo. Per questo un uomo di 45 anni è stato arrestato.

Dopo esser evaso dai domiciliari l'uomo ha preso la sua auto, peraltro senza avere la patente, e dal Collatino, a Roma, ha raggiunto il quartiere San Lorenzo; qui ha imboccato una strada contromano e difronte alle lamentele di alcuni passanti, è sceso dall'auto e li ha minacciati con una pistola. In particolare si è avvicinato ad una ragazza che lo aveva rimproverato e, puntandole l'arma alla tempia, ha minacciato di ucciderla. Poco dopo un uomo da una finestra gli ha gridato qualcosa e lui ha mollato la ragazza e ha diretto l'arma verso il palazzo da cui proveniva la voce. Proprio in quel momento sono arrivati sul posto due equipaggi del commissariato Esquilino, che hanno bloccato il malvivente.

Gli agenti hanno appurato che l'uomo avrebbe dovuto essere a casa perché ai domiciliari, e gli hanno trovato nascosta nella cinta dei pantaloni una pistola scacciacani, col tappo rosso manomesso, carica. L'uomo dovrà rispondere di evasione e minacce gravi.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caserta, sei stanze della Reggia sequestrate dopo crollo intonaco

Domenica scorsa crollata una parte dell'intonaco del soffitto settecentesco, senza causare feriti

Ryanair strike

Trasporti, venerdì nero per gli aerei. Dopo Ryanair scioperi a catena

Possibili disagi per i passeggeri. Protestano le principali compagnie: da Vueling ad Alitalia

Processo omicidio Piscaglia, in aula il presunto assassino Padre Graziano

Caso Guerrina, condannato padre Gratien ma pena ridotta

In primo grado, il 24 ottobre del 2016, la Corte d'assise di Arezzo lo aveva condannato a 27 anni di reclusione. Il sacerdote: "Giustizia razzista"

FILE PHOTO: The headquarters of the European Medicines Agency (EMA), is seen in London

Ema, Lorenzin: "Se Amsterdam in ritardo verificare se assegnazione ancora valida"

Il ministro della Saluta riporta alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles