Mercoledì 06 Dicembre 2017 - 15:30

Roma, droga nel biberon a figlia di 3 anni: a processo per tentato omicidio

Almeno due i tentativi di uccidere la piccola. La donna in passato avrebbe cercato di avvelenare anche la sorellina di un anno

Ha avvelenato la figlia di tre anni somministrandole farmaci, droghe e sedativi con il biberon. La procura di Roma ha chiesto il processo con giudizio immediato per Marina Addati, la 29enne arrestata nel gennaio scorso con l'accusa di tentato omicidio. L'udienza è fissata per il prossimo 10 gennaio.
I fatti risalgono a novembre dello scorso anno: secondo gli inquirenti sono stati almeno due i tentativi di intossicare e uccidere la piccola, e la donna in passato avrebbe cercato di avvelenare anche la sorellina di un anno.
Chi indaga non esclude che la donna possa essere affetta dalla sindrome di Munchhausen, disturbo che affligge alcuni genitori spingendoli ad arrecare un danno fisico al figlio per farlo credere malato nel tentativo di attirare attenzioni.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caserta, sei stanze della Reggia sequestrate dopo crollo intonaco

Domenica scorsa crollata una parte dell'intonaco del soffitto settecentesco, senza causare feriti

Ryanair strike

Trasporti, venerdì nero per gli aerei. Dopo Ryanair scioperi a catena

Possibili disagi per i passeggeri. Protestano le principali compagnie: da Vueling ad Alitalia

Processo omicidio Piscaglia, in aula il presunto assassino Padre Graziano

Caso Guerrina, condannato padre Gratien ma pena ridotta

In primo grado, il 24 ottobre del 2016, la Corte d'assise di Arezzo lo aveva condannato a 27 anni di reclusione. Il sacerdote: "Giustizia razzista"

FILE PHOTO: The headquarters of the European Medicines Agency (EMA), is seen in London

Ema, Lorenzin: "Se Amsterdam in ritardo verificare se assegnazione ancora valida"

Il ministro della Saluta riporta alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles