Martedì 14 Giugno 2016 - 10:00

Roma, con una calibro 38 a Pomezia: arrestati in tre

Al passaggio della volante un uomo e una donna si sono allontanati, mentre la terza persona ha cercato di fermare l'auto degli agenti

Roma, con una calibro 38 a Pomezia: arrestati in tre

Nella notte tra giovedì e venerdì una pattuglia della polizia di Stato, impegnata nel controllo del territorio di Pomezia, vicino a Roma, ha notato la strana reazione di tre persone che parlavano di fronte a un ristorante di Campo Ascolano. Al passaggio della macchina del reparto volanti due di loro, un uomo e una donna, si sono subito allontanati, mentre la terza persona ha cercato di fermare l'auto degli agenti. I poliziotti hanno comunque raggiunto l'uomo e la donna in fuga. L'uomo, 41enne romano, si è sfilato dai pantaloni una pistola calibro 38 e l'ha passata alla donna, 27enne di origini siciliane. Quest'ultima, credendo di non essere vista, ha gettato l'arma in terra.

Gli agenti hanno bloccato i tre e recuperato l'arma, un revolver calibro 38 con il tamburo completamente carico. I tre sono stati arrestati e accompagnati in carcere: a Velletri gli uomini e nella sezione femminile di Rebibbia la ragazza. Prosegue il lavoro degli investigatori per stabilire la provenienza della pistola e per accertare l'uso che i tre volevano farne.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caserta, sei stanze della Reggia sequestrate dopo crollo intonaco

Domenica scorsa crollata una parte dell'intonaco del soffitto settecentesco, senza causare feriti

Ryanair strike

Trasporti, venerdì nero per gli aerei. Dopo Ryanair scioperi a catena

Possibili disagi per i passeggeri. Protestano le principali compagnie: da Vueling ad Alitalia

Processo omicidio Piscaglia, in aula il presunto assassino Padre Graziano

Caso Guerrina, condannato padre Gratien ma pena ridotta

In primo grado, il 24 ottobre del 2016, la Corte d'assise di Arezzo lo aveva condannato a 27 anni di reclusione. Il sacerdote: "Giustizia razzista"

FILE PHOTO: The headquarters of the European Medicines Agency (EMA), is seen in London

Ema, Lorenzin: "Se Amsterdam in ritardo verificare se assegnazione ancora valida"

Il ministro della Saluta riporta alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles